Fiorentina, Biraghi: “Pressione ed aggressività le armi anti Napoli”

FIRENZE – Si avvicina il big match della settima giornata di Serie A tra Fiorentina e Napoli. In casa viola c’è la consapevolezza che sarà una gara di quelle davvero toste: “Il Napoli è una squadra forte ormai da tanti anni – ha assicurato Cristiano Biraghi ai microfoni del Tgr Rai Toscana – e quest’anno sembra che abbiano trovato ancora di più la quadra giusta. Hanno giocatori di qualità, giocano insieme ormai da qualche anno, sono partiti veramente forte. Ad oggi sono i primi della classe, le hanno vinte tutte e quindi per ora sono i più forti, sarà una partita difficile“. La Fiorentina, però ha già studiato le mosse per constrastare i primi in classifica: “Da quando è arrivato mister Italiano – ha proseguito l’esterno della Viola e della Nazionale – abbiamo iniziato a giocare in un certo modo: mettere pressione sull’avversario da subito è una delle nostre caratteristiche, quella che ci ha fatto fare buone prestazioni fino ad ora. Il nostro atteggiamento non cambia anche se giochiamo contro la prima della classe perché sappiamo che per mettere in difficoltà qualsiasi squadra una soluzione è mettere pressione, aggressività e cercare di imporre il nostro gioco“.

La Fiorentina vince grazie a Vlahovic. Udinese ko

Guarda la gallery

La Fiorentina vince grazie a Vlahovic. Udinese ko

“Vlahovic? Si risolverà tutto”

Ho sempre dato tutto per la Fiorentina, ho sempre sputato sangue in campo per la Fiorentina, sono sempre uscito dal campo con la maglia sudata e non mi sono mai risparmiato“: oltre ad una manifestazione d’amore per la maglia, quella di Biraghi sembra anche una dichiarazione d’intenti in prospettiva Napoli. Una gara nella quale sarà fondamentale l’apporto di Dusan Vlahovic, punta di diamante della Viola: “Quello che interessa a noi – ha spiegato Biraghi – è che Dusan sia tranquillo e sereno: si allena come si è sempre allenato e gioca come ha sempre giocato negli ultimi periodi. Per noi è importante quello, poi le cose fra lui e la società le risolvono loro. È importante che non vadano ad intaccare la serenità del ragazzo e dell’ambiente. E non penso che succederà, perché credo che si risolverà tutto“.

Precedente Mister Europa Michieletto, l'ultra Inter: "Pazzo di Barella, contro lo Sheriff voglio esserci" Successivo Inghilterra, c'è anche Tomori nella lista dei convocati di Southgate

Lascia un commento