Fiorentina, allarme Ribery per l’Inter. Prandelli: “Non so se potrà giocare”

Il francese a rischio per la sfida con l’Inter . Il tecnico rimanda la decisione. Domani, a mezzogiorno, cerimonia di apertura dei lavori per il nuovo centro sportivo: “È qualcosa di straordinario”

Il problema che non ti aspetti e rovina la vigilia. Nell’ultima seduta Franck Ribery ha accusato un fastidio muscolare che ne mette in dubbio la presenza domani sera contro l’Inter. “La squadra sta bene, Franck invece ha avuto un piccolo problemino: lo valuteremo domani mattina”. Ed ancora. “Non è che non voglio dirvelo, ma anche io vorrei capire qualcosa in più ed ora non è possibile. Vediamo domani come sta e poi decideremo”. Al momento quindi, al 50% Ribery non sarà della partita. E vista la forma e l’importanza, è già abbastanza per preoccuparsi.

Inter

—  

Poi sull’avversaria di domani. “È una squadra attrezzata per arrivare in fondo al campionato e cercare di vincerlo. Hanno un gioco consolidato e tanti campioni. Sono una corazzata, noi per controbattere dovremo essere molto compatti ed equilibrati con voglia di metterli in difficoltà. Le prestazioni sono state sempre abbastanza buone, il miglioramento più evidente è sull’intensità. Non palleggiamo molto, però ripartiamo spesso ed andiamo in profondità con determinazione. Lukaku? È un giocatore molto difficile da marcare. In Coppa Italia prima del gol a mio avviso fece fallo, ma a prescindere avere davanti un campione così da marcare è un impegno maggiore”.

I nuovi

—  

Kokorin non è pronto, Malcuit a metà. Ancora Prandelli: “Sapevamo che Kokorin aveva bisogno di tre settimane di lavoro. Siamo molto contenti di come sta andando, vorrei cominciare presto ad inserirlo per iniziare a capire il calcio italiano e le caratteristiche dei giocatori. Io spero che possa diventare un jolly offensivo, lui può fare il falso centravanti, l’esterno, la seconda punta. Ha grande classe e personalità. Ci sarà utile. Malcuit è più avanti rispetto a Kokorin e domani verrà in panchina. In caso di bisogno può fare una mezzora di gioco”. Se sogno una notte come contro la Juve? Quando chiudo gli occhi, come tutti i fiorentini, penso di poter vincere contro qualsiasi squadra. Poi sappiamo però di trovare delle difficoltà. Certo con i tifosi sugli spalti sarebbe stata meno dura”.

Viola Park

—  

Domani, a mezzogiorno, cerimonia di apertura dei lavori per il nuovo centro sportivo. “Presto ci saranno dei momenti dove la Fiorentina vorrà fare quel passo in più. E molti giocatori prima di andare a giocare in un posto guarderanno le strutture che ci sono. Quindi pensare al centro sportivo significa pensare al futuro ed è un qualcosa di straordinario. Commisso è proiettato nel futuro e sarà un centro sportivo davvero unico. Questa società è un tesoro che non dobbiamo sperperare, guai a far perdere entusiasmo a Commisso”.

Precedente Serie C, Il Fano AJ distrugge il Carpi 4-0. Padova show a Mantova: 6-0 Successivo DIRETTA/ Al Duhail Al Ahly (risultato 0-1) streaming video tv: Muntari sfiora il gol

Lascia un commento