FIGC, bilancio integrato del 2019: il calcio ha fatturato 5 miliardi di euro

La FIGC ha pubblicato il bilancio integrato del 2019. I numeri parlano di 4,6 milioni di praticanti, con 1,4 milioni di tesserati per la FIGC e un totale di circa 570.000 partite ufficiali disputate ogni anno (una ogni 55 secondi), di cui il 99% di livello dilettantistico e giovanile. Sono 32,4 milioni gli italiani che si dichiarano interessati al calcio, un numero che comprende il 64% della popolazione italiana over 18. A livello globale il calcio italiano registra un’audience di 2,3 miliardi di telespettatori. Ottime notizie anche dal calcio femminile: solo negli ultimi 10 anni le tesserate per la FIGC sono cresciute del 46,6%, passando da quasi 19.000 nel 2008-2009 ad oltre 27.600 nel 2018-2019. Anche l’interesse generato è cresciuto: nel 2019 il 22% degli italiani over 18 si è dichiarato interessato alla Serie A femminile (il doppio rispetto al 2016).

Italia, Gravina: “Mancini rinnova? La decisione spetta a lui”

I numeri dell’economia

Numeri che si traducono in un grande impatto anche dal punto di vista economico. Il fatturato generato dal settore calcio è stimabile intorno ai 5 miliardi di euro. Si tratta dunque del 12% del PIL del calcio mondiale. Il valore della produzione nel 2019 è stato pari a 174 milioni di euro, con un risultato netto positivo per 1,8 milioni. A livello fiscale invece sono ben 1,3 miliardi di euro generati solo dal calcio professionistico con un’incidenza del 71,5% rispetto al gettito fiscale complessivo generato dal comparto sportivo italiano. A ciò si aggiunge una raccolta derivante dalle scommesse che nel 2019 è stata pari a 10,4 miliardi di euro.

Le parole di Gravina

Questa edizione del Bilancio Integrato ha un valore determinante per la programmazione dell’era post-Covid, perché fotografa la dimensione e l’impatto socio-economico del calcio nel nostro Paese prima della pandemia. I riscontri sono davvero impressionanti, sia per l’enorme coinvolgimento tra i nostri concittadini, sia per il rilevante indotto economico, sociale e sanitario generato. Il calcio è sempre più la grande passione degli italiani.”, le parole del presidente della FIGC Gabriele Gravina

Precedente Ricordate Claudio Bellucci? “Io, Samp-Bologna, un figlio alla Dzeko ed Edmundo...” Successivo Haiti, abusava delle calciatrici: bandito a vita il presidente della Federazione

Lascia un commento