Fifa, tolleranza zero dopo gli incidenti di Londra e Tirana

ROMA – Immagini di vera e propria guerriglia sugli spalti di Wembley e a Tirana nell’ultimo turno delle Qualificazioni Mondiali. Immagini che non fanno bene al movimento calcistico e che tornano ad aprire un importante capitolo sul tema della sicurezza negli stadi e non solo. La Fifa indaga sugli scontri avvenuti a Londra tra i tifosi ungheresi e la polizia durante la partita di ieri contro l’Inghilterra, ma sotto la lente di ingrandimento ci sono anche gli incidenti della partita tra Albania e Polonia, dove sono state lanciate bottiglie in campo al momento del gol polacco con il gioco è stato fermato per 20 minuti.

Rossi contro i falsi tifosi ungheresi: "Noi oggi eroi, ieri idioti"

Guarda il video

Rossi contro i falsi tifosi ungheresi: “Noi oggi eroi, ieri idioti”

Fifa, tolleranza zero contro episodi di violenza

L’organo di governo del calcio mondiale annuncia: “Tolleranza zero verso un comportamento così ripugnante nel calcio”, e aggiunge: “Si stanno attualmente analizzando i rapporti delle partite di qualificazione della Coppa del Mondo Fifa della scorsa notte al fine di determinare l’azione più appropriata”. “La Fifa condanna fermamente gli incidenti durante le partite Inghilterra-Ungheria e Albania-Polonia e desidera affermare che la sua posizione rimane ferma e risoluta nel respingere qualsiasi forma di violenza, nonché qualsiasi forma di discriminazione o abuso”, la chiusura della Fifa.

Precedente Fiorentina, Venuti: "Abbiamo sposato la filosofia di Italiano" Successivo U21, la Figc replica alle accuse svedesi: "Nessuna offesa razzista. Ci tuteleremo"

Lascia un commento