Feyenoord, miracolo griffato Slot. Senesi è la stella, il club sta a galla grazie al vivaio

La società è in perdita strutturale e dal 2002, anno della vittoria della Coppa Uefa, lotta per restare in scia di Ajax e Psv. Il tecnico è il segreto: in tempi recenti a Rotterdam nessuno ha fatto bene come lui in così poco tempo

Dal 2002, anno della vittoria della Coppa Uefa, il Feyenoord ha dovuto lottare per mantenere il terzo gradino del podio d’Olanda più che per cercare di prendere il posto di Ajax e Psv Eindhoven sugli altri due. Una società in perdita strutturale, con uno stadio bellissimo ma anti-economico (“un arrugginito museo a cielo aperto” l’ha definito il settimanale VI), tenuta a galla dal proprio vivaio (Drenthe, Karsdorp, De Vrij, Vilhena, Wijnaldum) e da qualche intuizione low cost (Pellè), ma impossibilitata ad aprire cicli anche piccoli.

Precedente I precedenti non spaventano: invasione rossonera per Verona-Milan, vicino il sold out Successivo Il Principe Giannini incorona Pellegrini: "Sì, è come me. Mou nel posto giusto"

Lascia un commento