Festa Reggina: punti salvezza. L’Entella sempre più giù

I calabresi vincono grazie al rigore realizzato da Montalto e si allontanano dalla zona playout. Per gli ospiti penultimo posto e incubo retrocessione

Lo scontro salvezza più importante della giornata va alla Reggina, che al Granillo si impone sull’Entella per 1-0 (gol di Montalto) e si porta a 25 punti, momentaneamente a +3 dalla zona playout. Non una gara particolarmente divertente, quella di Reggio Calabria, decisa da un episodio ma fondamentalmente meritata dagli uomini di Baroni, bravi a rischiare poco e a creare le occasioni migliori. Secondo successo di fila per i granata, che bissano il blitz di Pescara di sabato e conquistano il quarto risultato utile di fila, oltre alla quarta vittoria interna in stagione. L’Entella, che pure ha disputato una gara discreta, rimane penultima a quota 17, a pari punti col Pescara (ultimo) e a -4 dalla zona playout. Per Vivarini è il terzo k.o. di fila, il quarto nelle ultime cinque. Alle 21 Chievo-Reggiana chiuderà la 22° giornata.

La partita

—  

Dopo una fisiologica fase di studio, la gara si accende al 12’: Folorunsho prova a sfondare dalla sinistra, entra in area e si fa toccare da Cardoselli. Massa non ha dubbi e indica il dischetto, “maledetto” per la Reggina: in stagione, su tre tentativi, i granata hanno sbagliato tre volte. Ci pensa Montalto a spezzare la maledizione, spiazzando Russo con un tiro centrale che porta avanti i granata: secondo gol di fila per l’attaccante siciliano, arrivato nel mercato di gennaio dal Bari. Nel primo tempo non è una bella gara: l’Entella tiene quasi sempre il possesso, ma a parte una conclusione di Brescianini finita al lato (32’) e un colpo di testa centrale di Mazzocco (38’), Nicolas non corre mai rischi. Clamorosa, invece, l’occasione che al 35’ capita sul sinistro di Edera, servito dalla sinistra da Rivas: il tiro dell’esterno di proprietà del Torino, però, finisce di un soffio a lato. È Capello (60’) ad avere la prima grande occasione della ripresa, ma il suo sinistro finisce di poco a lato. È invece Okwonkwo, al 75’, ad andare vicinissimo al raddoppio, ma Russo è attento e devia in angolo. In pieno recupero Nicolas blocca un colpo di testa di Coppolaro, sul quale finisce l’assalto dei liguri. Poco dopo, il triplice fischio.

Precedente Napoli, Giuntoli: "Siamo tutti con Gattuso. Poi a fine anno..." Successivo Caso Suarez, Andrea Agnelli interrogato come persona informata sui fatti

Lascia un commento