Fede & Vale, l’addio di due miti dello sport italiano, insieme chiudono: la Pellegrini in Olanda, Rossi in Spagna

Valentino Rossi e Federica Pellegrini. Segnatevi questa data: domenica 14 novembre 2021. I due più grandi sportivi italiani dell’ultimo ventennio chiudono insieme la la loro lunga e gloriosa carriera.

Sono Federica Pellegrini e Valentino Rossi. Due fenomeni. Due personaggi dentro e fuori i confini del loro sport. Due icone del Made in Italy conosciute in tutto il mondo. Figure uniche, inimitabili.

Due miti: insieme hanno fatto la storia, insieme la chiudono. Federica Pellegrini ha 33 anni, Valentino Rossi ne ha 42.

Federica si tuffa per l’ultima volta in una piscina di Eindhoven nel Brabante settentrionale. Valentino corre il suo ultimo GP a Valencia, città portuale della costa spagnola.

Da lunedi cambieranno molte cose. Lei farà la mamma (è il suo sogno), lui farà il papà (è la sua certezza).  Federica presto sposerà Matteo Giunta, il tecnico federale e suo allenatore. L’uomo cioè che l’ha presa per mano dopo il flop di Rio e l’ha accompagnata a prendersi due ori mondiali e la quinta finale olimpica a Tokyo.

Anche Valentino sposerà presto la fidanzata Francesca Sofia Novello, 28 anni, modella di Arese (Milano), che è  è incinta e già vive la dolce attesa nella casa di Tavullia.

Simili anche nel passo d’addio. Federica Pellegrini dice: “Chiudo in pace anche se i tifosi insistevano per farmi continuare. Il mio bilancio? Ho fatto per fortuna quello che volevo e non sempre ci sono riuscita“.

Aggiungiamo noi: primatista mondiale in carica nei 200 m stile libero e primatista europea nei 400. È una colonna del Circolo Aniene di Roma e ne va fiera. Nel palmares anche 6 ori Mondiali, 7 Europei, 129 Tricolori.

Valentino è  sempre Valentino (Rossi)

Valentino Rossi è sempre Valentino Rossi, cioè “ un fenomeno sociologico “, come dice lo sponsor italiano della Yamaha. Già  pronto un corposo  libro (260 pagine, oltre 400 foto) intitolato “Che spettacolo!“. Dentro c’è di tutto, dalle statistiche alle vittorie, dagli onori alle pole; persino le immagini di tutti i suoi caschi.

A Valencia l’ultima chicca. Eccola: “Chiudo il 14-11-21 che fa  46. Un segno. Ma non è stato facile convincere Dio“. E poi: “Il mio traguardo più bello? Essere diventato una icona. Conta più dei risultati e del decimo titolo“.

Valentino Rossi ne ha comunque collezionati nove (iridati). È l’unico pilota della storia del Motomondiale ad aver vinto il titolo in quattro classi differenti (125, 250, 500, MotoGP).

Ha anche infilato 235 podi in 431 gare disputate. Ha pure un team tutto suo. Si chiama  “Sky Racing Team VR46″, sede a Tavullia. Team costituito per far emergere e valorizzare le giovani promesse del motociclismo italiano. Pecco Bagnaia, Dennis Foggia e il cesenate Elia Bartolini (ora in Ktm) sono passati da qui . La scuola Rossi è una garanzia ed è già proiettata  nel 2022. Ne vedremo delle belle.

Precedente Juve, Rabiot: "Sono felice a Torino e mi immagino ancora lì" Successivo Gino Bartali sarà beato? Rilanciato il processo di canonizzazione, Papa Francesco: un simbolico “cammino“ a Roma

Lascia un commento