Fantacalcio, Lazio: niente gloria per Escalante, il gol è di Milinkovic!

La scorsa settimana era toccato a Gosens, questa volta è il turno di Milinkovic. La Lega Serie A scombina un’altra volta i piani dei fantallenatori e, con una decisione presa a posteriori seguendo una norma del regolamento, decide di togliere a Escalante il gol segnato dalla Lazio contro l’Inter e assegnarlo al 25enne serbo. In una nota ufficiale, la Federcalcio ha spiegato i motivi della sua scelta, con buona pace di tutti i patiti di Fantacalcio che avevano già segnato i loro +3. 

Lukaku-Lautaro coppia gol: l’Inter stende la Lazio 3-1

Guarda la gallery

Lukaku-Lautaro coppia gol: l’Inter stende la Lazio 3-1

Gol a Milinkovic, la spiegazione della Federcalcio

“La punizione da cui è scaturito il gol della Lazio era indirizzata verso la porta. A dispetto di quanto potesse sembrare dai primi replay televisivi, le immagini dall’alto, perfettamente in asse con la porta, visionate con attenzione nel post gara, mostrano che il tiro di Milinkovic-Savic sarebbe comunque terminato nello specchio della porta”. La Serie A sottolinea che, “ai sensi delle Linee Guida per i gol dubbi, non conta quanto sia determinante la successiva deviazione di Escalante che inganna nettamente Handanovic. Nel movimento del giocatore della Lazio, infatti, non si ravvisa la sua intenzione di andare a colpire il pallone, quanto il tentativo di scansarsi dalla sua traiettoria diretta verso la porta. Pertanto, sulla base del primo paragrafo del Criterio 2A delle Linee Guida per i gol dubbi, la paternità del gol viene attribuita a Milinkovic-Savic”.

I precedenti in Serie A

Non si tratta del primo caso di gol riassegnato sulla base delle linee guida sui gol dubbi: la norma esiste già da diversi anni per questo tipo di azione. “Il primo caso in cui fu applicata risale al settembre del 2013 – ricorda il comunicato – quando servì per assegnare il gol a De Silvestri in Cagliari-Sampdoria dopo tocco involontario di Gabbiadini, o ancora nel recente passato nella scelta Belotti-Zaza in Sassuolo-Torino dell’agosto 2019″.

Una Lazio troppo presuntuosa si ferma a San Siro

Guarda il video

Una Lazio troppo presuntuosa si ferma a San Siro

Precedente PRESENTAZIONE YAMAHA MOTOGP 2021/ Video streaming diretta tv: il "debuttante" Successivo Lippi: "Gattuso? Contate quanti giocatori gli sono mancati"

Lascia un commento