Fabio Cannavaro bloccato con il stuo staff in Qatar per 12 giorni. La punizione della dirigenza del Guangzhou

Fabio Cannavaro, il suo staff italiano e tutta la sua squadra sono rimasti bloccati lo scorso dicembre in Qatar per 12 giorni. A raccontare il retroscena è la Gazzetta dello Sport.

Tutto, racconta la Gazzetta, si potrebbe spiegare come una ritorsione della dirigenza del Guangzhou Evergrande dopo l’eliminazione della squadra cinese dalla Champions asiatica.

All’allenatore e al suo staff, dopo l’eliminazione, è stato ordinato di restare in albergo.

Fabio Cananvaro bloccato in Qatar, il racconto della Gazzetta dello Sport

Inizialmente, racconta la Gazzetta, “si pensava che si trattasse di un protocollo di sicurezza legato al Covid. Ma invece si è” trattato di un trattamento punitivo deciso dalla dirigenza nei confronti dei tecnici italiani, per l’eliminazione dalla Champions asiatica e forse anche di più per la sconfitta in finale di Superleague con gli arcirivali del Jiangsu Suning”.

Ci sarebbero poi le problematiche legate al contratto. 

Alla fine il soggiorno obbligato di Fabio Cannavaro e truppa al seguito si è concluso solo grazie all’intervento dell’ambasciata italiana in Qatar, che – secondo quanto ricostruisce la Gazzetta- si è messa a disposizione di Cannavaro e del suo staff L’ex pallone d’oro non ha rilasciato commenti, in queste ore sta tornando in Cina per ridiscutere i termini del proprio accordo con il club. (Fonte: La Gazzetta dello Sport)

Precedente Protezione Civile, il bollettino: 17.246 nuovi contagiati (-3.394 positivi rispetto a ieri). 507 morti in 24h Successivo  Luna Rossa alla Coppa America di vela. Giovedì notte (in Italia) prima regata della Prada cup, chi vince va in finale

Lascia un commento