FA Cup, Spurs ospiti dell’Everton: Mourinho in vantaggio contro Ancelotti

Ottavi di finale: i due allenatori si sono affrontati sette volte in carriera, nessun pareggio e quattro successi per lo Special One

Ottavi di finale di FA Cup, Ancelotti contro Mourinho. Everton e Tottenham si sfidano a Goodison Park in un match decisivo per il proseguo della competizione ma anche per trovare fiducia in un momento importante di stagione: in Premier League le due squadre sono leggermente staccate dalle prime posizioni ma la Champions League resta un obiettivo alla portata per entrambe. I Toffees sono settimi a quota 37, gli Spurs ottavi con 36 punti conquistati ma con una partita in più: il quarto posto è occupato dal Liverpol, 40 punti con un match in più del Tottenham e due in più rispetto all’Everton.

Il momento

—  

Insomma, situazione a oggi di difficile interpretazione ma che vede entrambe le squadre ancora in corsa per le prime posizioni, nonostante siano reduci da un periodo non molto positivo dal punto di vista dei risultati. Nell’ultimo turno di campionato, il Tottenham ha superato 2-0 il West Bromwich: vittoria che ha interrotto una preoccupante striscia di tre sconfitte consecutive in Premier League per gli uomini di José Mourinho. Ottime risposte per Ancelotti nelle ultime due giornate: prima il successo per 2-1 sul campo del Leeds, poi il 3-3 a Old Trafford con la rete di Calvert-Lewin a recupero inoltrato. Rendimento altalenante da parte dell’Everton, che vuole ritrovare la continuità di inizio stagione per risalire definitivamente.

I precedenti

—  

Le due squadre si sono affrontate a inizio stagione in Premier League, alla prima giornata: 1-0 in trasferta per l’Everton grazie al gol di Calvert-Lewin, sempre lui, a inizio secondo tempo. Una vittoria che ha interrotto una striscia di quindici partite consecutive senza successo per i Toffees contro gli Spurs, anche a Goodison Park (stadio in cui si giocherà in FA Cup): l’ultima vittoria dell’Everton in casa contro il Tottenham risale al 9 dicembre 2012, 2-1. Mourinho e Ancelotti si sono affrontati sette volte da allenatori, considerando anche i derby di Milano e Inter-Chelsea: lo Special One è avanti 4-3, nessun pareggio nei 90’.

Precedente Rivoluzione De Laurentiis: Bari a Carrera, via Auteri e Romairone Successivo Da Napoli a Bari: troppe spine (anche di mercato) per De Laurentiis

Lascia un commento