Esuberi di lusso: le big d’Europa tagliano, ecco chi può partire

I movimenti all’estero (oltre che in Italia): in Inghilterra molti giocatori dello United sono pronti a lasciare Manchester. È giunto il momento dell’addio tra il Liverpool e Origi. Ancelotti potrebbe perdere Marcelo, Jovic, Bale e Isco

Il concetto di riparazione che caratterizza il mercato di gennaio non vale soltanto per i club, ma anche per quei calciatori che sono alla ricerca di una nuova sfida, che devono rimettersi in gioco perché non trovano più spazio. Sono tante le promesse non mantenute nell’élite del calcio europeo, che potrebbero infiammare le prossime settimane.

Serie A

—  

Partendo dal campionato italiano, in uscita dall’Inter ci sono sicuramente Vecino e Kolarov. Il centrocampista è scontento per il poco utilizzo ed è pronto a cambiare aria, piace all’Everton e questo potrebbe semplificare l’operazione per arrivare a Digne. Il serbo invece era stato cercato dal Bologna la scorsa estate e la trattativa potrebbe tornare d’attualità. I nerazzurri valutano eventualmente anche la cessione di Sensi. Il Milan, colpito da molti infortuni, ha un solo esubero effettivo, che è Andrea Conti. L’esterno sembrava diretto all’Empoli, poi è stato registrato l’inserimento della Sampdoria. È quasi certo comunque il suo addio ai rossoneri in questa sessione di calciomercato. La Juventus vuole risolvere la situazione di Ramsey, pubblicamente messo sul mercato. Il giocatore interessa ad alcune squadre di Premier League, come il Newcastle e il Crystal Palace. Fino a pochi giorni fa, sembrava essere questa anche la posizione di Arthur, che invece è stato riconfermato da Allegri.

Premier League

—  

Il Manchester City, pur avendo ceduto Ferran Torres al Barcellona, non sembra intenzionato a compiere altri movimenti né in entrata né in uscita. Situazione differente invece allo United dove ci sono diversi elementi in cerca di rilancio: Bailly, Van De Beek, Lingard, Mata, Martial. Tutti in campo perlopiù per qualche finale di partita o gare di importanza minore, in Inghilterra si parla addirittura di “esodo di massa” e che oltre ai nomi già citati ce ne potrebbero essere altri in partenza. Potrebbe essere giunto il momento dell’addio tra il Liverpool e Divock Origi. Dopo anni da buon gregario, il centravanti belga potrebbe andar via a gennaio. I tabloid britannici lo hanno accostato a più club italiani, tra cui la Lazio che da tempo è alla ricerca di un vice-Immobile. Ai biancocelesti occorre anche un portiere, dal momento che a giugno sia Reina che Strakosha andranno in scadenza in contratto: il Chelsea ha Kepa costretto nel ruolo di secondo ed è sul mercato, ma sarà difficile trovare un accordo per il trasferimento dello spagnolo. Tra i Blues anche Sarr è in partenza, il Milan l’ha inserito nell’elenco dei nomi valutati per rinforzare la difesa.

Liga

—  

Marcelo, Jovic, Bale e Isco sono i grandi nomi che non sembrano avere prospettive nel Real Madrid nemmeno sotto la guida di Carlo Ancelotti. Isco in particolare è finito nel mirino della Fiorentina che proverà il colpo nei prossimi giorni, sfruttando i rapporti già creati con la società spagnola nell’affare Odriozola. Il primo vero botto è stato del Barcellona, che ha acquistato Ferran Torres e ha piazzato Coutinho in prestito all’Aston Villa. L’intenzione dei blaugrana è fare la stessa cosa anche in attacco, prendendo un innesto e dando poi via libera ad una cessione, dove i principali indiziati sono Dembélé e Depay. Ai saluti anche Umtiti, che piace molto al Benfica. L’Atletico Madrid potrebbe separarsi da Vrsaljko e Cunha, quest’ultimo ha già diversi club che lo seguono ma serve un investimento di livello per portarlo via dai Colchoneros.

Bayern e Psg

—  

Anche per questa sessione Tolisso è stato accostato a squadre italiane, in Germania si parla di Roma e Inter oltre a Real e Atletico. È certo comunque che al Bayern Monaco sta trovando poco spazio, anche a causa dei soliti problemi fisici, e una cessione potrebbe essere ben accolta. Oltre al francese, pure Sabitzer non sta avendo la continuità sperata. Per quanto riguarda il Paris Saint-Germain, sono molti gli esuberi. A cominciare da Sergio Rico, un lusso da terzo potiere, proseguendo con Diallo, Kurzawa e Icardi. L’argentino è stato per pochi giorni un’idea per l’attacco della Juventus, che sembra sempre più orientata verso Scamacca. Già sistemato invece Rafinha, che a fine dicembre è passato alla Real Sociedad.

Precedente Roma, Borja Mayoral è tornato negativo: in campo per l'allenamento Successivo Lille, idea Faivre per il dopo Ikoné: è sfida al Milan

Lascia un commento