Erlic: “Ero povero e senza scarpe, mio padre mi ha insegnato il valore della fatica”

Il difensore croato è stato uno dei migliori nell’ultima stagione in Serie A, giocata con lo Spezia. Per “SportWeek” racconta la sua storia e le sue ambizioni per il futuro. Senza dimenticare mai da dove viene (e dove torna sempre con gratitudine)

Martin Erlic, 24 anni, difensore dello Spezia, per rendimento uno dei migliori dell’ultima stagione in Serie A, è nato in una stalla. E sarebbe bene evitare facili ironie e accostamenti blasfemi, a maggior ragione perché se oggi Martin è cresciuto tanto da meritarsi una decina di giorni fa l’esordio nella nazionale del suo Paese, la Croazia (“Un’emozione indescrivibile”), il merito è soprattutto delle sue origini.

Precedente I 40 anni di Borriello: “Ho faticato il doppio degli altri. Fidanzate? No, innamorato della vita” Successivo Spezia-Agudelo, c'è il riscatto. Ansaldi piace alla Salernitana. Sassuolo, idea Faes

Lascia un commento