Eriksson e i dubbi sull’addio alla Lazio per l’Inghilterra: “In Italia una vita magnifica”

Sven-Goran Eriksson, con la vittoria dello Scudetto nel 2000, è entrato per sempre nella storia della Lazio. Non a caso tra i primi a esprimere vicinanza all’allenatore svedese dopo l’annuncio della sua malattia, ci sono stati i tifosi laziali e il club. Nella stessa intervista, ha parlato anche del suo periodo proprio alla Lazio, con qualche rimpianto.

Precedente Cairo: "Dallo Stato nemmeno un centesimo, ma il calcio paga tasse per oltre 1 miliardo” Successivo Lavezzi sta male, parla l'avvocato: "Soffre di ipomania"