Empoli, Andreazzoli: “Inferiori all’Inter ma siamo andati vicini a batterli due volte”

Vigilia di campionato per l’Empoli di Aurelio Andreazzoli che domani sfiderà l’Inter per l’anticipo della 36^ giornata di Serie A. Dopo aver conquistato matematicamente la salvezza, la squadra toscana vuole comunque ben figurare contro la corazzata nerazzurra e non sembrano poterci essere margini di “regali”.

Sulla salvezza: “Le emozioni sono forti nel momento che arrivano, poi si smaltiscono. Si è trattato di una cosa che aspettavamo ma che ci aveva fatto tribolare”, ha ammesso Andreazzoli. “Ad ogni modo abbiamo colto questa cosa tutti insieme e abbiamo brindato al nostro ‘scudetto’ che ci teniamo forte nel petto. Penso sia un traguardo meritato, anzi, forse meritavamo pure qualcosa in più”.

Sulla gara contro l’Inter: “Metteremo in campo la squadra che cin dà più garanzie. I ragazzi sono tutti titolari. L’Inter ha i numeri migliori di tutta la Serie A, hanno la necessità di vincere e quindi sarà difficile”. “Cosa serve per battere l’Inter? Siamo inferiori ma siamo andati vicini a batterli in campionato e in Coppa Italia. Sicuramente servirà una prestazione sopra livello con una squadra fortissima e in ripresa”.

E in chiave futuro: “Mio futuro ancora all’Empoli? “Sia il presidente che il direttore hanno detto chiaramente che se ne riparlerà a giochi finiti. Non c’è mai stata discussione, nemmeno sulla stipulazione del contratto, non avevo esigenze particolari. C’è un contratto in essere, valuteremo, se siamo contenti di rimanere insieme rimarrò. Altrimenti se ci saranno difficoltà le vedremo, ma al momento non ne vedo”.

Precedente Spezia: accolto il ricorso, annullata la squalifica a Provedel Successivo Oriana Sabatini e il futuro di Dybala: "Pronta a seguire Paulo ovunque andrà"

Lascia un commento