Empoli, a Destro le chiavi dell’attacco: 43 crediti per il sostituto di Pinamonti

Zanetti si affiderà ai suoi gol in questa stagione per sostituire l’attaccante rientrato dal prestito

Nuova esperienza in Serie A per Mattia Destro: l’attaccante classe 1991, ha voglia di confermarsi a grandi livelli dopo il biennio, sostanzialmente positivo – a livello personale – con la maglia del Genoa, conclusosi però con la retrocessione in Serie B del Grifone. Sulle sue spalle l’eredità di Pinamonti, rientrato all’Inter dopo la stagione in prestito in Toscana e ora vicino all’Atalanta.

il profilo

—  

Poco propenso a giocare con la squadra, Destro è un attaccante vecchio stampo, abile a farsi trovare pronto sotto porta e a finalizzare la manovra della squadra con tutti i fondamentali. Con Satriano può formare un tandem intrigante, con potenzialmente un buon numero di gol tra i piedi. Nel listone Gazzetta del prossimo Fantacampionato, vale 43 crediti, la più alta valutazione nella rosa dell’Empoli.

i numeri

—  

Sono 20 le reti segnate in A nelle ultime due stagioni (11 e 9). Mattia Destro ha ritrovato smalto sotto porta dopo alcune annate poco prolifiche al Bologna. Nella massima serie vanta 287 presenze, 90 gol e 19 assist, ma ha collezionato anche 53 gialli e un rosso. In carriera ha indossato le maglie di Siena (prima volta in doppia cifra), Roma (13 centri, suo personal record a livello di marcature in Serie A in una singola stagione), Milan e le già citate Bologna e Genoa. Cresciuto nell’Inter, non ha mai esordito tra i professionisti con i nerazzurri. Non batte rigori da diversi anni: ha un discreto bottino con 13 realizzati su 15, ma lo specialista in casa Empoli è Bajrami.

perché prenderlo

—  

Viene da due ottime stagioni a livello realizzativo e il gioco di Zanetti potrebbe valorizzare il suo senso del gol. Sarà importante il feeling con Satriano.

perché non prenderlo

—  

Il più grande difetto, palesato in carriera e anche nell’ultimo anno al Genoa, è la discontinuità di rendimento: la distribuzione dei gol è molto casuale. Può avere un filotto di marcature consecutive ma anche fermarsi poi per diverso tempo.

Precedente Pellegrini, infortunio choc/ Gomitata e sangue sul volto: necessari 4 punti di sutura Successivo Cori pro Putin, il presidente del Fenerbahçe: "Niente scuse, colpa di un ex Besiktas…"

Lascia un commento