Elmas non trova spazio con Garcia: che differenza con l’inizio di Spalletti

Il dodicesimo ideale di Spalletti, il giocatore sempre in campo, o dal primo minuto o subentrando dalla panchina, non trova più spazio come in passato. Il giudizio è sospeso essendo trascorse appena tre giornate dall’inizio del campionato, ma fanno notizia i ventuno minuti raccolti fino a questo momento da Eljif Elmas. Il centrocampista macedone, grande protagonista con la sua nazionale nel match pareggiato uno a uno contro l’Italia, aspetta ancora il suo momento con Garcia.

Elmas, la differenza nei numeri tra Spalletti e Garcia

Nelle prime tre di campionato ha raccolto appena ventuno minuti: quattordici a Frosinone, sette col Sassuolo, zero con la Lazio. Mai in campo nonostante l’uscita dal campo di Kvaratskhelia: con Spalletti era lui la sua prima alternativa, ora c’è Raspadori. L’attuale ct dell’Italia aveva grande stima del macedone: due anni fa lo schierò in campo 55′ al debutto, 90′ col Genoa e altri 45′ nella gara successiva. Un anno fa Elmas partì sempre dalla panchina ma riuscì sempre ad entrare per un totale di oltre settanta minuti in campo. 


Precedente Incredibile gaffe del giornalista: inquadra una donna nuda in diretta tv Successivo Sabatini: “Spalletti è un genio del calcio. Garcia saprà prendersi il Napoli”

Lascia un commento