Effetto Florida, che cosa è e perché ne ha parlato De Rossi in conferenza

ROMA – La scelta della Lega Serie A di fissare per il 25 aprile la prosecuzione del match di Udine (che era stato interrotto per il malore accusato in campo da N’Dicka) non è andata giù alla Roma, che chiedeva di spostarla a maggio per potersi dedicare al meglio alla semifinale di Europa League contro il Bayer Leverkusen.

Roma, De Rossi e l’effetto Florida

Una decisione che ovviamente ha deluso anche Daniele De Rossi: “Mi trovo allineato con le parole della società – ha detto il tecnico dei giallorossi in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Bologna all’Olimpico –. Voi parlate dell’aiuto che si dà alle squadre che giocano in Europa per far sì che si arrivi a questa partite nella maniera migliore, qui si è creato un precedente particolare, è la prima volta a mia memoria che succede questo. Mi dispiace che Casini non abbia ascoltato le nostre richieste e mi dispiace che Butti, capo delle competizioni, non ci abbia aiutato e capito. Visto che lui è un uomo di calcio sa quanto sia bene quanto un giorno in più o in meno sia determinanti. Il mio prof, Venturati, mi diceva dell’effetto Florida: sa quanto alcune parole possano poi entrarti in testa. Da allenatore non ne parlerò più e la gestiremo in altre sedi”.

Chi è Venturati, il “prof” citato da De Rossi

Giambattista Venturati, il “prof” citato da De Rossi, è uno tra i più esperti preparatori italiani. Docente di metodologia dell’allenamento ai corsi del Settore Tecnico di Coverciano, ha lavorato in varie realtà della massima serie (tra cui Hellas Verona, Venezia, Parma, Roma e Fiorentina). È stato anche al Galatasaray e ha lavorato nella Nazionale italiana nel periodo 2010-2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Roma, Lukaku punta il Bayer Leverkusen: il piano per recuperarlo Successivo De Rossi, le parole su Ferguson prima del Bologna emozionano tutti: "E' devastante"