Ecuador: talento, soldi, potere e… pollo fritto. La ricetta vincente della “Generacion Dorada”

La “Tri” ha stupito al debutto contro il Qatar e ora è attesa alla prova della verità contro l’Olanda. I segreti e le origini di una nazionale risorta dalle ceneri nel giro di pochi anni

Sarà stato il fascino della “prima” Mondiale o semplicemente la vittoria agevolata (anche) dai limiti dei padroni di casa, fatto sta che il brillante debutto dell’Ecuador ha regalato quella che in Sudamerica definiscono la prima “sensaciòn” di Qatar 2022. La prossima sfida in programma con l’Olanda dirà se la truppa di Alfaro può davvero essere la sorpresa di questo Mondiale, perché l’avversario sarà di tutt’altro rango e ci saranno in palio punti decisivi per blindare quella qualificazione agli ottavi che eguaglierebbe il miglior risultato mai ottenuto nel lontano 2006.

Precedente TMW RADIO - Orlando: "Boga salta l'uomo, per la Fiorentina sarebbe profilo di qualità" Successivo Probabili formazioni Brasile Serbia/ Quote: i dilemmi di Tite nell'attacco verdeoro

Lascia un commento