E al 93′ Galliani esplose! L’urlo infinito e la doppia gioia di Adriano

Il viso stravolto dalla felicità e quelle grida liberatorie dell’ex rossonero al pareggio dei brianzoli: come ai tempi del Milan. Palladino sul gol annullato: “Mai preoccupati perché il fischio è arrivato con la palla ancora in aria”

Quasi ce lo eravamo scordato. Quel faccione “faccioso” che diventa paonazzo, l’urlo liberatorio. E’ lui, l’Adriano scatenato. Galliani in tutto il suo splendido tifare. Quante volte lo avevamo visto in tribuna a San Siro dopo un gol del Milan lasciarsi andare a esultanze passate alla storia? Tante, troppe per chi non ama il rossonero. Ora soffre per altri colori. Cosa gli è uscito dalla bocca? Boh, qualcosa che iniziava per “ma…”. Ce lo racconterà lui, l’Adriano scatenato. Con quel cappellino nero in testa a coprire il capo scarsocrinito, il suo volto stravolto dalla gioia era ancora più bello (vabbé, avete capito cosa intendiamo dire…), quasi l’urlo incorniciato, senza scomodare Munch. Ci ha portato alla mente le straordinarie imitazioni di Teo Teocoli, con l’impermeabile bianco, e lo stesso urlo. Quello che ora ha i colori biancorossi e non rossoneri. Ma resta un capolavoro. Anche Palladino concorda: “Mi ha ricordato il Galliani del Milan, quando da ragazzino lo vedevo in tv”.

Palladino

—  

Decisamente più pacato, perlomeno a freddo, ma non meno emozionato, il tecnico quando parla del pareggio: “Bellissimo, giornata meravigliosa che resterà per sempre nei nostri ricordi. Allo stadio c’era una grande clima, entusiasmo, i tifosi si meritano questa soddisfazione. L’Inter arrivava dalla vittoria sul Napoli, sono strafelice del risultato ma soprattutto dell’atteggiamento. A fine partita ho detto ai ragazzi proprio queste cose, li ho ringraziati perché mi hanno fatto emozionare e gli ho dato un giorno di riposo in più”. Si tocca poi il tasto del gol annullato: “Dalla panchina ho sentito il fischio mentre la palla era ancora in aria, quindi non ci siamo mai preoccupati. La regola è chiara, se si fischia prima, non c’è il Var. Sicuramente qualcosa l’Inter avrà da recriminare ma non parlo mai di episodi a favore o contro. Sbagliano anche gli arbitri come noi allenatori o i giocatori. Parliamo della prestazione che è stata bellissima”.

Precedente "Acerbi come Messias", "Galliani si è mosso più di Lukaku": il pari di Monza scatena gli interisti Successivo Furia Inzaghi contro l'arbitro: "Errore inammissibile, ci ha tolto la vittoria. Siamo molto arrabbiati"

Lascia un commento