Dzeko trascina l’Inter: il bosniaco entra nella storia della Champions League

Da Liverpool a Plzen. Cosa unisce due delle città calcisticamente più agli antipodi in Europa? Semplice, il fatto che sono state le ultime due “terre di conquista” dell’Inter in Champions League.

Inter, perché il successo di Plzen è storico

Grazie al 2-0 in casa del Viktoria nella seconda partita della fase a gironi dell’edizione 2022-’23, infatti, i nerazzurri hanno infilato il secondo successo esterno consecutivo nella competizione dopo l’amaro 1-0 di Anfield dello scorso nel ritorno degli ottavi di finale, insufficiente per evitare l’eliminazione dopo la sconfitta per 2-0 a San Siro nella gara d’andata. L’”impresa” non si registrava in casa nerazzurra addirttura dall’ottobre 2011 contro Cska Mosca e Lille.

Dzeko e Dumfries rilanciano l'Inter: Inzaghi riparte in Champions League

Guarda la gallery

Dzeko e Dumfries rilanciano l’Inter: Inzaghi riparte in Champions League

Inter, Dzeko fa due passi nella storia della Champions

A sbloccare il risultato è stato Edin Dzeko, schierato ancora titolare in assenza di Romelu Lukaku, ma in coppia in avvio con Joaquin Correa e non con Lautaro Martinez. Il centravanti bosniaco non ha tradito la fiducia di Inzaghi, trovando il gol numero 51 in carriera in Europa, il 25° in Champions e il quarto con la maglia dell’Inter, tutti in Champions League. Quello che ha sbloccato il match della Doosan Arena è stato però anche un gol storico per motivi… anagrafici, visto che con i suoi 36 anni e 180 giorni Dzeko è diventato il secondo marcatore più anziano dell’Inter in Champions League dietro a Javier Zanetti (37 anni e 71 giorni).

Inzaghi: "Brava Inter, a Plze? vittoria chiave"

Guarda il video

Inzaghi: “Brava Inter, a Plze? vittoria chiave”

Dzeko e il “talismano” Viktoria Plzen

Non solo, perché l’ex Roma si è poi prodotto anche nell’assist per Denzel Dumfries entrando per la quarta volta in carriera in un tabellino di Champions League per un gol e un assist nella stessa partita: l’ultima volta era accaduto contro lo Sheriff Tiraspol il 19 ottobre 2021. L’invito per Dumfries ha  inoltre permesso a Edin di entrare nella classifica degli uomini-assist meno giovani della competizione, sempre al secondo posto alle spalle di Didier Drogba (36 anni e 259 giorni) nel novembre 2014. Il tutto contro l’avversario preferito per Dzeko in Champions League: contro il Viktoria infatti il bosniaco ha realizzato sei reti in quattro partite.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Serie C, il Pordenone vola in testa. Ferrari lancia il Vicenza, ok il Padova Successivo Lo Sporting ferma Conte, Bayern inarrestabile. Resurrezione Liverpool

Lascia un commento