Dzeko garanzia, con Correa più fantasia: Inzaghi, quale attacco contro il Sassuolo?

Ballottaggio Inter per una maglia da titolare al fianco di Lautaro: il bosniaco è una certezza, ma il Tucu potrebbe aggiungere imprevedibilità

Contro lo Shakhtar è stata staffetta, verso il Sassuolo è ballottaggio. Dzeko e Correa si contendono una maglia dal 1′ al fianco di Lautaro Martinez, dopo essersi dati il cambio a Kiev nella ripresa. Inzaghi è a un bivio: per vincere a Reggio Emilia si affiderà alla stazza e al feeling con il gol del bosniaco, numero 9 ma anche regista avanzato dei nerazzurri? O all’imprevedibilità e alla voglia di mettersi in mostra dell’argentino, fermo alla doppietta contro il Verona?

FANTASIA TUCU

—  

La discriminante potrebbe essere la ricerca di maggiore fantasia, in un’Inter che si affida poco alle iniziative individuali (solamente 2 dribbling completati contro lo Shakhtar) e che rischia di essere troppo prevedibile. In questo senso, la presenza del Tucu potrebbe far saltare il banco. Anche perché si tratta di una soluzione difficile da studiare per gli avversari: l’argentino ha giocato solamente cinque spezzoni, di cui quattro dalla panchina. L’unica presenza da titolare è arrivata contro il Bologna, ma al 29′ l’ex Lazio ha dovuto alzare bandiera bianca per la botta al bacino.

DZEKO GARANZIA

—  

La stagione di Correa deve di fatto ancora cominciare, anche se il doppio lampo contro il Verona è stato decisivo per portare a casa una partita complicata. Dall’altra parte, Dzeko è sinonimo di garanzia: già cinque gol in questo avvio di campionato e riferimento davanti, con la tendenza anche ad abbassarsi e a dialogare con i compagni. Difficile in questo momento rinunciare al bosniaco, apparso però un po’ appannato contro lo Shakhtar e reduce dagli straordinari per l’assenza del Tucu.

CONTRO IL SASSUOLO

—  

Oltre alle solite fasce, il grande dubbio alla vigilia del match contro il Sassuolo è questo, dunque. Garanzia Dzeko o imprevedibilità Tucu? L’argentino, tra l’altro, cerca il primo gol in carriera contro i neroverdi dopo essere stato a secco nelle precedenti sfide: Dzeko, Lautaro e Sanchez hanno già colpito in carriera il Sassuolo. L’occasione per sbloccarsi potrebbe, chissà, arrivare dal 1′: Inzaghi ci pensa, tra le certezze di una coppia che funziona (Dzeko-Lautaro) e la tentazione di aggiungere imprevedibilità e fantasia.

Precedente Probabili formazioni Cagliari-Venezia: aggiornamenti Successivo Southgate risponde a Bonucci: "La finale di Euro2020? È finita in parità..."

Lascia un commento