Dybala, il rinnovo è una telenovela: situazione in stallo

TORINO – Telenovela rinnovo-Dybala, nuove puntate in vista. Il conteggio non si tiene più, il fatto che sia difficile prevedere l’ultimo atto è però ciò che tiene in apprensione il popolo bianconero. Perché Jorge Antun a questo punto vorrebbe pure tornare in Argentina, è a Torino ormai da fine luglio e sperava che la trattativa per il prolungamento del contratto di Paulo Dybala potesse durare molto meno. Invece dopo un incontro conoscitivo con Federico Cherubini e Maurizio Arrivabene, dopo diversi contatti e un paio di summit per far ripartire la trattativa, poi le parti non si sono più viste. Si sono sentite, questo sì. Ma evidentemente non basta.

Juve, Allegri pensa al 4-4-2. Quante alternative!

Guarda la gallery

Juve, Allegri pensa al 4-4-2. Quante alternative!

Nuovo appuntamento

Un appuntamento potenzialmente chiave doveva andare in scena prima di Juve-Empoli, il ciclone Cristiano Ronaldo ha però spazzato via ogni agenda e riscritto le priorità di quei giorni. E a mercato chiuso anche i vertici bianconeri hanno staccato la spina prendendosi qualche giorno di riposo. Gli ultimi contatti telefonici non hanno avuto alcun esito particolare se non quello di risentirsi all’inizio di questa settimana, probabilmente già oggi, per fissare un nuovo appuntamento e riprendere i negoziati. Con la consapevolezza che il tempo a questo punto stringe, tra i tanti contratti in scadenza al 30 giugno 2022 è proprio quello di Dybala a essere centrale sotto ogni punto di vista. E la distanza tra domanda e offerta c’è ancora, è reale, va colmata in qualche modo.

Tutti gli approfondimenti nell’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Ronaldo al Manchester United: ecco le cifre

Guarda il video

Ronaldo al Manchester United: ecco le cifre

MisterCalcioCup, iscrizioni aperte: schiera la tua formazione, vinci viaggi in Europa e buoni Amazon. Partecipa, è gratis!

Precedente Juve in ansia, Bentancur ko con l'Uruguay. Cuadrado in gol Successivo Italia, il vero valore di quella impresa

Lascia un commento