Dybala, Claudia Gerini e tanto Milan in questo numero di Sportweek

Da non perdere anche l’intervista ad Adriano Galliani, che ci racconta le sue più grandi gioie da uomo di sport

Paulo Dybala, la Joya di Roma, è l’uomo copertina di Sportweek, il settimanale della Gazzetta in edicola sabato allegato al quotidiano. Dell’argentino che ha fatto impazzire la parte giallorossa della capitale vi raccontiamo gli aspetti meno noti, l’universo delle sue passioni e delle persone di cui si circonda. Nella sua nuova avventura sarà seguito da un numeroso staff, dallo chef al bodyguard, dalla mamma chioccia Alicia alla fidanzata Oriana. E ovviamente da Kaia e Bowen, i due amatissimi cani a cui ha dedicato anche una pagina Instagram (Our.akitas) seguita da oltre 40 mila follower. Pazza di Joya è anche Claudia Gerini, attrice tifosissima, presenza fissa in tribuna all’Olimpico. Ci ha raccontato di essere sicura che Dybala diventerà un idolo: “Tanto amore lo conquisterà. Con lui cambiano le prospettive, faremo paura a tutti, non si pentirà mai della scelta. E senza la maglia a strisce ci sta molto più simpatico… La 10? Non è scemo, sa che è di Totti nei secoli dei secoli”.

Galliani

—  

Sportweek di questa settimana vi racconta pure segreti e passioni dell’uomo che si è preso sulle spalle il Milan e lo ha accompagnato allo scudetto. Il francese Olivier Giroud non sarà un talento ma è affidabile, non vincerà il Pallone d’oro ma ha vinto di tutto, non sarà capocannoniere ma resta una garanzia. In attesa che il Milan ritrovi chi si crede Dio (Ibra), su chi crede in Dio può contare. E nell’intervista che segue, Jean-Pierre Papin ci racconta tutti i francesi del Milan: Olivier, Maignan, Kalulu, Hernandez e il nuovo arrivato Adli (“Ha tutto per fare bene, tiro e assist, corsa, visione di gioco e grande tecnica”). Tra le tante cose, è tutta da leggere l’intervista al tifoso più felice del mondo: Adriano Galliani, che proprio sabato compie 78 anni, posa per Sportweek con le maglie delle sue squadre del cuore, Milan, Monza e Olimpia. Tre squadre che quest’anno gli hanno regalato trofei e gioie immense: “In meno di un mese tre emozioni incredibili dalle squadre della mia vita. Per la storica promozione in Serie A confesso che ho pianto. Adesso il Monza è il mio The Last Dance…”.

Precedente Colpo del Torino: arriva Lazaro dall’Inter, prestito con diritto di riscatto a 6 milioni Successivo Diretta/ Newcastle Atalanta video streaming tv: il cammino dei Magpies

Lascia un commento