Dribbla, punta, segna e presidia la fascia: come gioca Chukwueze

L’esterno nigeriano, campione del mondo con la Nigeria Under 17 insieme a Osimhen nel 2015, ha una media di 3 dribbling riusciti a partita. Rispetto a Messias e Saelemaekers è un giocatore totalmente diverso, vediamo in cosa

Samuel Chukwueze si presenta al mondo una sera di novembre, in Cile, all’Estadio Sausalito di Viña del Mar, durante la finale Mondiale Under 17 tra Nigeria e Mali. È il 2015, ha sedici anni e i capelli con le treccine, un po’ come ora, ma è più secco, più acerbo e più impulsivo, anche se le qualità sono già evidenti. Nel secondo tempo fa una giocata delle sue. Il biglietto da visita di un giocatore che ama puntare l’uomo e giocare sulla fascia, ma anche alzare la testa e agire da 10. Come in Cile.

Precedente Mercato, è giusto che i tifosi abbiano il diritto di mettere il veto? Successivo Tameze è un nuovo giocatore del Torino: ecco l'annuncio ufficiale del club