Doppietta di Popp, la Germania abbatte la Francia e vola in finale

La tedesca apre le marcature al 40’, quattro minuti dopo il pareggio con un’autorete di Frohms e il gol vittoria arriva al 76’. Ultimo atto domenica a Wembley contro l’Inghilterra

Una finale a Wembley tra Inghilterra e Germania, nel maschile, è già un pezzo di storia. Un altro pezzo se ne scriverà domenica alle 18, con le tedesche che grazie al 2-1 alla Francia sfideranno le padrone di casa nella partita che assegnerà il titolo europeo femminile. A Milton Keynes, la doppietta di una scatenata Alexandra Popp – che le ultime due edizioni dell’Europeo le aveva saltate per infortunio e che nel 2021 si era fatta male di nuovo – ha mandato al tappeto la squadra che aveva fatto iniziare nel modo peggiore il torneo dell’Italia. La Germania, delle 12 edizioni dell’Europeo, ne ha vinte otto, una delle quali (2009) in finale proprio contro l’Inghilterra, che sul trono d’Europa invece non ci è mai salita.

BOTTA E RISPOSTA

—  

I primi 40 minuti del primo tempo sono stati tutt’altro che spettacolari, con l’unico vero tiro nello specchio arrivato al 21’ con un calcio di punizione di Popp, che ha provato a sorprendere Peyraud-Magnin sul suo palo: bravo il portiere della Juventus a non farsi ingannare. Poi, due fiammate prima dell’intervallo. Al 40’, la Germania – che non aveva Buhl, positiva al Covid – si è portata in vantaggio: sul cross da destra di Huth, Popp è arrivata come un treno e in spaccata ha messo il pallone sotto la traversa, festeggiando il suo quinto gol all’Europeo e timbrando per la quinta partita consecutiva. Quattro minuti dopo è arrivato il pareggio della Francia: sul destro dal limite di Diani, la palla ha colpito il palo, poi ha sbattuto sulla schiena di Frohms ed è finita in rete (primo gol subito dalla Germania in questo Europeo).

ANCORA POPP

—  

Nella ripresa, la c.t. francese Diacre ha lasciato negli spogliatoi Malard per inserire Bacha alta a sinistra, con Diani in mezzo. Dopo un esterno sinistro di Huth finito fuori di poco, la Francia ha iniziato a collezionare occasioni da gol. La prima al 63’, con Diani che ha bruciato Hegering sullo scatto e ha messo in mezzo il pallone: Bacha lo ha tolto a Mateo, che era piazzata meglio, ha calciato di destro trovando la respinta con il volto di Hendrich. Sull’angolo seguente, cross di Bacha, colpo di testa di Renard e respinta di Frohms. La stessa Diani, al 67’, non ha sfruttato un erroraccio di Hegering e calciato sul primo palo trovando la risposta di Frohms ma, nel momento migliore della Francia, è stata la Germania a trovare il 2-1, ancora con Popp, che di testa prendendo il tempo a Mbock Bathy ha raggiunto Mead in testa alla classifica dei bomber con sei reti (quattro di testa), ma soprattutto realizzato il gol partita. Inutile l’assalto finale della Francia, con i tentativi di Bacha e Mateo fuori dallo specchio.

SERIE A

—  

Domani, intanto, sarà ufficializzato il calendario del prossimo campionato di Serie A, il primo dall’introduzione del professionismo: si comincia sabato 27 agosto, con 10 squadre al via. Un solo vincolo nella compilazione: nella prima giornata non potranno essere programmati scontri diretti tra le prime cinque classificate (Juventus, Roma, Milan, Sassuolo, Inter) della passata stagione.

Precedente Bonazzoli: "Salernitana? Sempre stata la mia prima scelta" Successivo Diretta/ Italia Usa (risultato finale 13-9): prima World League vinta dal Settebello!

Lascia un commento