Dopo Ronaldo la Juve è senza un leader: c’è una soluzione interna? Perché sì e perché no

L’addio di CR7 ha lasciato irrisolta un’altra lacuna bianconera, oltre al problema del gol: la mancanza di un trascinatore di grande personalità in grado di caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà

In una Juve in cui è già arrivata l’ora dei bilanci non può non trovare posto una riflessione tanto importante quanto urgente. Perché l’assenza di un leader quest’anno si è fatta sentire parecchio, ed è andata a incidere a catena su altri aspetti che hanno zavorrato la stagione bianconera. Non si può non partire dall’imprevisto (ma era davvero così imprevedibile?) maximo che ha gambizzato la Juve a stagione iniziata: quell’addio di Ronaldo che ha tolto il velo a una squadra priva di altre individualità capaci nell’immediato di caricarsi la squadra sulle spalle soprattutto nei momenti di difficoltà.

Precedente Il portiere del Figline fa segnare gli avversari, il Livorno denuncia tutto: è in ballo la Serie D Successivo Miccoli è stato scarcerato: concesso l'affidamento in prova

Lascia un commento