Donnarumma: “Italia straordinaria. Vogliamo realizzare il sogno di tutti”

Il portiere: “Meritiamo di essere in semifinale, siamo un gruppo straordinario”. Bonucci: “Abbiamo dimostrato quanto sia grande il cuore degli italiani. Insigne: “E’ Mancini che ha creato questo spirito. Uno dei miei gol più belli”

Avanti. Senza paura. Saluta anche il Belgio di Lukaku, i numeri uno del Vecchio Continente. Almeno, lo erano. Un’Italia bella e capace di soffrire, di lottare col coltello tra i denti, di non abbattersi per quel rigore proprio allo scadere del primo tempo che poteva invece diventare pesantissimo. “Eravamo arrabbiati nello spogliatoio – dice Gigio Donnarumma – ma ci siamo calmati subito perché mancavano ancora 45’ e non volevamo sprecare energie”.

“Nel secondo tempo abbiamo avuto più occasioni per segnare ancora ma l’importante è vincere. Ce la giochiamo con chiunque. È un’Italia straordinaria – prosegue il portiere ex Milan ora al Psg – E’ stata una gara interminabile, non finiva piu! Siamo un gruppo straordinario, una squadra che non molla mai. Meritiamo di essere in semifinale, pian piano ci avviciniamo al nostro obiettivo”. E poi sulla parata su De Bruyne in avvio: “Cerco solo di aiutare la squadra, di dare sempre il massimo. Sono emozionato oggi perché è la mia prima competizione importante e voglio andare più avanti possibile con questa maglia. Spero di realizzare il sogno di tutti”.

Insigne

—  

Lorenzo Insigne è stato uno dei grandi protagonisti del successo azzurro col suo secondo gol risultato poi quello che ha fatto la differenza: “È stato uno dei miei gol più importanti. Siamo in semifinale perché soffriamo tutti insieme, anche chi non gioca, ed è il mister che ha creato questo spirito. Mi dispiace per Spinazzola – dice ai microfoni di Sky Sport riferendosi proprio al riconoscimento come uomo partita -, perché se non si fosse infortunato avrebbe vinto questo premio anche oggi. Sono andato a consolarlo perché l’ho visto piangere, e spero che possa recuperare perché per noi è un giocatore fondamentale”. Ma Insigne si sente il leader di questa Nazionale? “Tutti insieme stiamo facendo un grande Europeo – risponde -, io mi sto mettendo a disposizione della squadra. Contro l’Austria so di non aver fatto una grande prestazione, ma l’importante è aver dimostrato che, tutti insieme, siamo in grado di arrivare fino in fondo”.

Bonucci

—  

“Era una partita difficilissima, sapevamo la loro qualità, soprattutto davanti e le difficoltà che ci potevano creare in ripartenza. Nel primo tempo abbiamo dominato, siamo andati sopra 2-0, poi un rigore un po’ dubbio li ha rimessi in carreggiata – dice il capitano alla Rai – Nel secondo siamo stati bravissimi a soffrire. Abbiamo dimostrato ancora una volta quanto sia grande il cuore di questo gruppo, il cuore degli italiani. Ora continuiamo a sognare coi piedi per terra, mancano due partite. La prossima con la Spagna, una grandissima squadra, sono una nazionale che gioca come il Belgio. Ci sarà da recuperare le energie e dare il 100%. Ma noi abbiamo cominciato questi Europei con un sogno nel cassetto. Teniamocelo lì e sogniamo sino alla fine. Mi dispiace per Spinazzola che ha fatto dei grandissimi Europei, ma chi lo sostituirà farà altrettanto”.

Precedente Favolosa Italia, sei in semifinale! Barella e Insigne affondano il Belgio di Lukaku Successivo Felicità Mancini: "I miei ragazzi sono stati straordinari. Ora mancano due partite..."

Lascia un commento