Donadoni: “Milan duro di testa, ma occhio alla Dea. Pioli dà serenità e Ibra…”

Il simbolo rossonero e doppio ex: “Tonali il presente e il futuro. Ansia da San Siro pieno? Avere uno stadio così è il massimo”

Quarant’anni fa, e per quasi vent’anni, Atalanta e Milan sono state il suo mondo: l’inizio e la fine (a parte una piccola parentesi araba) della carriera di Roberto Donadoni, così come le sfide Milan-Atalanta di quest’anno potrebbero passare agli archivi come la prima e l’ultima pietra dello scudetto rossonero.

Precedente Diretta Empoli-Salernitana ore 15: come vederla in tv, streaming e probabili formazioni Successivo Sprint a quattro per l'Europa: situazione e calendario. Mourinho stasera cerca lo scatto

Lascia un commento