Diretta Salernitana-Genoa ore 15: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

SALERNO – La Salernitana, fanalino di coda del nostro campionato, cerca la prima vittoria stagionale in Serie A e alle 15 ospita all’Arechi il Genoa nel settimo turno. Un solo punto fin qui per i granata, conquistato in casa contro il Verona. Il grifone di Davide Ballardini, invece, è a quota cinque punti. Dopo il successo per 3-2 in casa del Cagliari, sono infatti arrivati due pareggi consecutivi nelle ultime due giornate, quello a Bologna per 2-2 e il pirotecnico 3-3 interno contro il Verona. Gli unici due precedenti tra Salernitana e Genoa in Serie A risalgono alla stagione 1947/48, con la squadra di casa sempre vittoriosa (4-1 per la Salernitana all’andata, 3-1 per il Genoa al ritorno).

Incredibile Destro, segna con una bottiglietta in mano

Guarda la gallery

Incredibile Destro, segna con una bottiglietta in mano

Salernitana-Genoa: dove vederla in tv e in streaming

Salernitana-Genoa, gara valevole per la 7ª giornata del campionato di Serie A, è in programma alle ore 15 allo stadio Arechi di Salerno e sarà visibile in esclusiva in diretta su DAZN.

Le probabili formazioni di Salernitana-Genoa

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Gyomber, Strandberg, Gagliolo, Ranieri; M. Coulibaly, Di Tacchio, L. Coulibaly; Ribery; Djuric, Gondo. Allenatore: Castori. 

A disposizione: Fiorillo, Zortea, Bogdan, Kechrida, Veseli, Jarowzynski, Delli Carri, Schiavone, Obi, Kastanos, Simy, Bonazzoli. 

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Cambiaso, Bani, Maksimovic, Criscito; A. Touré, Badelj; Kallon, Rovella, Fares; Destro. Allenatore: Ballardini. 

A disposizione: Semper, Marchetti, Sabelli, Vasquez, Ghiglione, Galdames, Melegoni, Behrami, Hernani, Ekuban, Pandev, Bianchi.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

GUARDALINEE: Valeriani e Marchi.

IV UOMO: Massimi.

VAR: Irrati.

AVAR: Mondin. 

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Lazio, ansia Milinkovic: le sue condizioni Successivo Napoli, ora servono le alternative per non graffiare una tela d'autore

Lascia un commento