Dionisi: “Partiamo sfavoriti, ma vogliamo dire la nostra. Io contro Mou? Non lo sfido”

Il Sassuolo di Alessio Dionisi sfiderà la Roma di Mourinho all’Olimpico nel match valido per la terza giornata del campionato di Serie A: le dichiarazioni del tecnico neroverde nella conferenza stampa della vigilia

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha presentato la sfida che attende la compagine emiliana nel terzo turno del campionato di Serie A contro la Roma di Mourinho. Diversi i temi interessanti approfonditi dall’ex allenatore dell’Empoli nel corso del consueto incontro con gli operatori dell’informazione specializzata alla vigilia delle gare ufficiali.

“Si parla tanto dei Nazionali italiani perché siamo in Italia ma sono contento e orgoglioso di allenare ragazzi, ben nove, che vanno in Nazionale. A questi se ne aggiungeranno altri nel corso dell’annata, ne sono sicuro. Sono rientrati e si sono messi a disposizione. Altre squadre, come la Roma, non hanno avuto il gruppo al completo. Noi abbiamo preparato la gara a ranghi completi da venerdì e negli ultimi giorni ci siamo allenati con tutta la rosa a disposizione.  All’Olimpico contro la formazione giallorossa ci attende una gara difficile. Ci sarà certamente  tanto pubblico e mi aspetto una Roma diversa rispetto all’anno scorso, che ha voglia di difendere e sa ripartire per qualità individuali e caratteristiche di squadra. Poi ci siamo noi, che vogliamo dire la nostra. Non andiamo lì per essere la vittima sacrificale. Sappiamo di essere sfavoriti, sulla carta, ma tante volte il campo emette verdetti diversi. Nel lungo  periodo certe differenze di valori emergono in modo nitido, in una partita secca non è detto. Mourinho? Un professionista che colleziona mille presenze in panchina nel nostro mondo e vince tanto, evidentemente  lavora bene e merita i complimenti.  Non è Mourinho contro Dionisi, è Sassuolo contro Roma. Dall’altra parte c’è Mourinho ma per quanto riguarda la mia squadra io credo che gli allenatori debbano cercare di mettere nelle migliori condizioni i giocatori e lo stesso vale per la Roma, con tutto il rispetto per l’allenatore giallorosso, il suo valore non devo scoprirlo io. Gli stringerò la mano, poi per me finirà lì. Inizierà la partita e penserò alla gara e alla mia squadra.

Nuovi acquisti? Matheus Henrique e Harroui sono più vicini ai compagni rispetto a quando sono arrivati, hanno magari concetti diversi applicati negli anni. Harroui è più vicino. Matheus è disponibile, potrebbe già giocare domani, ma rispetto ad Abdou ha bisogno di allenamenti per ritrovare la condizione al massimo perché ha fatto l’Olimpiade, poi ha staccato, è normale che abbia un po’ meno minuti sulle gambe. Berardi?“Ha giocato in Nazionale, è un giocatore forte, è del Sassuolo. E’ disponibile. Se partirà dall’inizio non l’ho deciso ma è disponibile. Molto probabilmente giocherà e sarà un giocatore decisivo  per noi già da domani”.

Precedente Zanetti: "Abbiamo vinto da squadra, continuiamo con grande umiltà" Successivo Probabili formazioni Milan Lazio/ Quote: riecco Ibrahimovic e Kessiè

Lascia un commento