Diego l’immortale. Nessuno mai come te. Sei stato il calcio, sei stato tutti noi

Un eroe eterno e drammatico delle nostre vite: se n’è andato dopo l’intervento che sembrava averlo salvato Ora da Napoli a Buenos Aires c’è un grande vuoto

Abbiamo perso una parte di noi, una scheggia di vita che va. Grande, piccola, non importa. Ognuno, dentro di sé, può misurare il vuoto scavato dalla morte di Maradona. Non solo a Buenos Aires e a Napoli. In ogni angolo del mondo, contemporaneamente, lo stesso brivido: una fitta, il destino che ci porta il conto.

Precedente Da Castro a Chavez: Diego amava i leader della rivoluzione. E loro amavano lui Successivo Ma alla fine il più grande di sempre è stato Diego oppure Pelè?

Lascia un commento