Diaz, Verdi e tanto altro: quante scelte sbagliate da Maresca

L’arbitro di Milan-Torino non ha convinto, al di là del rigore concesso ai rossoneri e di quello revocato al Toro con la Var

Novanta minuti di caos. Rigori dati al monitor, rigori cancellati dal Var, cartellini in libertà. La direzione a San Siro dell’arbitro Maresca, in collaborazione col Var Guida (i due erano stati protagonisti di una direzione infelice in Roma-Sassuolo per la quale erano stati fermati), non convince.

GLI EPISODI

—  

Si parte con falli non fischiati (Singo su Theo, poi Kessie su Singo, per dirne due): il pacato Pioli perde la calma e viene ammonito al 22’. Al 32’ il primo caso col contatto Belotti-Brahim Diaz. Maresca lascia giocare valutando il tocco di Belotti sul pallone, ma qui il Var Guida lo manda al monitor. Segue una lunga review in cui, nonostante il rossonero sembri già in caduta probabilmente sbilanciato dal contrasto con Verdi all’ingresso in area, giudica determinante la gamba aperta di Belotti al momento del contatto tra i due, lasciando molti dubbi anche sull’intervento Var. Al 41’ un giallo eccessivo a Romagnoli ruvido su Verdi, ma qui l’errore è non concedere il vantaggio ai granata fermando un’azione promettente. Al 47’ Lukic è ostacolato involontariamente da Maresca che consente a Kessie di prendere palla e diventare pericoloso senza fermare il gioco, ma se il tutto fosse finito con un gol dei rossoneri cosa sarebbe successo? Al 5’ della ripresa Verdi e Tonali giù nell’area di Donnarumma. Per Maresca è rigore per i granata, ma è ancora review con Guida che lo rimanda a lungo al monitor. Nelle immagini Tonali interviene sulla corsa dell’avversario e lo tocca sulla schiena, ma è lui a essere colpito da Verdi e così il rigore viene cancellato con una decisione al limite. Errori sul finale: al 79’ Leao giù sulla scivolata di Murru, ma per Maresca è giallo per simulazione anche se dalle immagini l’entrata non sembra innocente. Al 93’ ignorato il blocco falloso di Theo su Singo e al 96’ è fischiato un mani di Ibra che mani non è, ma fianco.

Precedente Tris del Psg con Kean e Icardi, ma il Lione di De Sciglio resta in vetta alla Ligue 1 Successivo Milan-Torino, le pagelle: Diaz decisivo, merita 7. Belotti è stanco, 5,5

Lascia un commento