Di Vaio spaventa la Juve: “Vogliamo confermare Motta, Bologna ha un progetto”

Il Presidente Saputo e io non abbiamo mai parlato di Champions League, però volevamo raggiungere e conquistare l’Europa. Come molti presidenti americani ha voluto costruire una società partendo da basi solide, investendo nel gruppo, nelle strutture e nella categoria – ha evidenziato – La perdita di Sinisa ci ha toccato molto, con lui volevamo iniziare un lavoro diverso, partendo dai giovani e costruendo una squadra solida e compatta; purtroppo le cose non sono andate come speravamo, ma la società ha continuato a lavorare e a credere nel progetto, investendo sul lavoro quotidiano e ad oggi si raccolgono i frutti“. Lo ha detto il direttore sportivo del Bologna Marco Di Vaio, all’indomani del raggiungimento del traguardo Champions, ai microfoni di Radio Serie A con RDS.

A proposito del mercato il dirigente ha aggiunto che “noi siamo sempre andati in campo con la mentalità e la testa per continuare a fare bene nonostante si parlasse di noi più in merito alle partenze di giocatori e mister piuttosto che ai risultati del campo. Siamo una società solida economicamente e con un enorme patrimonio umano con progetti e obiettivi ben chiari in testa – ha evidenziato – Abbiamo la volontà di confermarci nel campionato italiano e di confrontarci con le realtà europee avendo il supporto dei nostri migliori giocatori. Sappiamo che il mercato è particolare e ci sono sempre tante novità“.

Di Vaio su Thiago Motta

A proposito del lavoro di Motta Di Vaio ha evidenziato che “dopo il primo periodo (un punto raccolto nelle prime tre uscite, ndr) le cose non sono state semplici ma vedevamo il Thiago allenatore e il Thiago uomo come lavorava e come cercava di costruire l’identità di squadra e ci piaceva molto. Abbiamo capito che gli serviva un po’ più di tempo per capire come prendere i ragazzi e per stravolgere qualcosa. La sosta per il mondiale è stata molto utile, è stato come essere in ritiro e questo ha favorito la conoscenza reciproca tra allenatore e giocatori e una crescita costante nella costruzione della squadra – ha spiegato – Con lui sono cresciuti i ragazzi e il prodotto che ne è uscito è stato interessante e giovane“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Finale Totti contro Del Piero: sui social è sfida tra le esultanze più iconiche Successivo Festa Champions Bologna: la straziante dedica per Mihajlovic e la reazione della moglie

Lascia un commento