Destro-gol, 1-0 dell’Empoli al Trabzonspor. Zanetti: “Stiamo crescendo”

Zanetti può essere più che soddisfatto dalla vittoria per 1-o contro i Campioni di Turchia.

L’Empoli respira aria buona a Kitzbuhel. Zanetti può essere più che soddisfatto dalla vittoria per 1-o contro i Campioni di Turchia del Trabzonspor. Un ottimo test che ha fornito al tecnico le indicazioni che cercava.

Una buonissima prestazione quella dei toscani. L’Empoli ha ritrovato brillantezza. Evidentemente i carichi di lavoro che si erano fatti sentire hanno lasciato il posto ai primi passi da ritmo gara. Intensità che non manca, specialmente nei primi 45′ di gioco quando, dopo appena 14′ la squadra di Zanetti trova la via del gol con Destro che su calcio d’angolo riesce a trovare il tempo per staccare di testa. La respinta di Cakir è corta quanto basta all’attaccante per depositare in rete il pallone con il più facile dei tap – in. Trovato il gol, i toscani restano molto aggressivi. La squadra non concede campo e pallone agli avversari. Nella ripresa la fatica si fa un po’ sentire ma non impedisce di tenere botta a un Empoli meno dominante ma molto ordinato. Nella prima metà della ripresa succede poco e sforata l’ora di gioco inizia la girandola dei cambi. La partita non ha più molto da dire. Zanetti porta a casa una vittoria che regala autostima.

Tante, e quasi tutte molto positive, le indicazioni lasciate in eredità dalla sfida con i turchi.  Zanetti tiene fede alle sue idee. Quattro in difesa, tre a centrocampo e tre attaccanti o due punte più il trequartista, a formare il tridente. 4-3-1-2 o 4-3-3, l’identità e l’impronta sono comunque già visibili. Il tecnico ha analizzato la sfida. Le sue parole sono riprese dal sito ufficiale dell’Empoli. “La squadra ha risposto bene. Questa era la prima partita di livello della stagione, mi è piaciuto come ha tenuto in campo e nella mentalità. Sono contento dell’applicazione e soprattutto della volontà di portare a casa la partita. Questo è calcio di luglio, neanche d’agosto ma è comunque un test interessante che ci dà tante risposte in vista dell’esordio. Siamo a metà strada, serve ancora un po’ per arrivare al top, adesso ci alleniamo giocando le partite ecco perché occorre affrontare avversari di livello, proprio per non farci sorprendere a inizio campionato”.

Precedente Juve, abbonamenti oltre quota 20mila. Da domani comincia la vendita libera Successivo Milan, ecco le holding con cui RedBird completerà l'acquisto del club

Lascia un commento