Deschamps, la Coppa America e… l’assessore Baseggio: le storie di Sportweek

I Blues campioni del Mondo alla caccia del titolo europeo con un Benzema in pi. Si giocherà anche in Sudamerica e poi un occhio all’Olimpiade

La Francia campione del Mondo, che debutta martedì contro la Germania “in una partita che potrebbe essere una finale o una semifinale”, è la grande favorita dell’Europeo. E il suo c.t. accetta il pronostico nella lunga intervista di copertina di Sportweek in edicola domani con la Gazzetta al prezzo complessivo di 2 euro. Anzi, secondo Didier Deschamps, col reintegro di Karim Benzema “siamo ancora più forti”.

La novità Karim

—  

Proprio l’attaccante del Real Madrid è la grande novità tra i Bleus e Didì spiega che prima di convocarlo ha dovuto chiarire con lui molte cose, dopo che nel 2016 era stato accusato di «aver ceduto alla parte razzista della società francese» per non averlo portato all’Europeo. Tutto risolto per il bene della nazionale che, in caso di successo, farebbe di Deschamps il primo uomo ad aver vinto il Mondiale e l’Europeo sia da giocatore che da allenatore. Intanto fa i complimenti a Roberto Mancini per il lavoro svolto con l’Italia che in questo torneo “può avere l’ambizione di andare lontano”.

La Coppa America

—  

Contemporaneamente all’Europeo si svolge in Brasile la Coppa America. Sportweek se ne occupa con un’altra intervista esclusiva all’atalantino Cristian Romero, tra i migliori difensori dell’ultimo campionato e al debutto con l’Argentina. Piace moltissimo al Manchester United, anche se il suo sogno è restare a Bergamo grazie al diritto di riscatto (16 milioni) che il presidente Percassi ha concordato con la Juventus: “Spero che mi chiami presto per darmi la notizia”. Anche perché, spiega, con Grasperini sente di essere cresciuto molto dal punto di vista tattico: “Oggi sono molto più maturo e ho più fiducia in me stesso”. Sportweek vi porta poi a conoscere Francesco Farioli, l’allenatore filosofo che ad appena 32 anni guida nella prima divisione turca il Karagumruk, una squadra infarcita di vecchie conoscenze della nostra Serie A: Viviano, Bertolacci, Borini, Biglia, Castro e Zukanovic. E l’amico ritrovato di questa settimana è Walter Baseggio, il belga di origini italiane che 15 anni fa ha giocato nel Treviso e oggi è assessore allo sport della sua città.

Olimpiade al via

—  

Ma siccome si avvicina l’Olimpiade su SW c’è spazio anche per l’atletica leggera, con un incontro con la bella mezzofondista Gaia Sabbatini. E poi vela con la Giraglia al via mercoledì prossimo, nuoto con Raoul Bova che insieme a Rosolino, Magnini e Brembilla recita nel docufilm “Ultima gara” presente al Bardolino Film Festival e ancora calcio nel 65° anniversario della prima delle 13 Coppe dei Campioni/Champions League vinte dal Real Madrid.

Precedente Lazaro spiazza tutti e si butta in musica: suo l'inno dell'Austria all'Europeo Successivo La Turchia oltre il calcio: ecco gli sport più diffusi tra lotta, basket e… rafting

Lascia un commento