Del Piero: “Bello stare con la squadra ora. Vlahovic mi ha impressionato”

L’ex capitano della Juventus si è recato a far visita alla sua ex squadra, in tournée negli USA e che già aveva ospitato l’altro ex capitano Giorgio Chiellini

La Juventus è in tournée negli StatiUniti, e dopo le varie partnership e visite di ex giocatori, i bianconeri hanno ricevuto la vista dell’ex Capitano AlessandroDelPiero. Il numero 10 bianconero ha parlato poi al canale Twitch della società: “Sono felice che siano venuti qui a prendere un po’ di fresco viste le temperature che ci sono a Torino. Sono molto felice di ritrovare un po’ di amici e stare un po’ la squadra in questo momento della preparazione che è sempre un momento delicato ed entusiasmante perché scopri i volti nuovi. Ieri all’allenamento ci siamo divertiti”.

In questa squadra ci sono dei ragazzi che hanno qualità straordinarie ed entusiasmanti. Li ho potuti conoscere e tanti hanno quell’attitudine giusta per poter fare bene e per capire qual è il peso di questa maglia. Ovviamente mi viene in mente, Chiesa che ha fatto una stagione straordinaria fino all’infortunio e colgo l’occasione per fargli un in bocca al lupo di pronto rientro. Vlahovic mi ha impressionato in maniera molto positiva”.

L’ex capitano della Juventus non ha perso occasione pr ricordare Giampiero Boniperti, con il quale aveva un bellissimo rapporto: “Lo ricordo sempre con tanto affetto. Io ho avuto anche la fortuna di conoscere parte della sua famiglia che è eccezionale. La prima volta che l’ho incontrato è stato a sedici anni. Mi sono trovato insieme ad un personaggio come Boniperti, che mi aveva invitato in camera sua perc concludere la trattativa. Io ero un ragazzino, per me era tutto nuovo.Per me è stato e sarà sempre un mostro sacro in tutto non solo come tutto ma come icona della Juventus. Ha trasmesso a tutti, me compreso, quello che significa questa squadra e tutti lo ricordano per quello che ci ha insegnato”. Ma parlando di mercato, non solo Milinkovic: ecco gli altri 9 sogni per il centrocampo<<<

Precedente Lukaku-Lautaro: la stagione dell'Inter ruota attorno ai suoi "Intoccabili" Successivo Inter, dalla difesa a Lukaku. I due trend da invertire con il Lione

Lascia un commento