Debast, il nome nell’agenda del Milan

Lascerà l’Anderlecht a luglio. Scelta condivisa con i dirigenti: Zeno Debast si sente pronto per giocare all’estero, così come il club ha deciso di cedere il difensore centrale, che trova spazio quasi sempre nella Top 11 del campionato belga. L’Ajax lo ha fatto studiare, ma anche il Milan ha raccolto diverse relazioni su Debast, vent’anni, un metro e 91, abituato a muoversi sul centro-destra, in una linea a quattro. Divorzio scontato, perché il ragazzo ha rifiutato il rinnovo del contratto, in scadenza nel 2025. Il pericolo di perderlo a parametro zero agita l’Anderlecht, che lo valuta intorno ai dodici milioni.

LA NAZIONALE – Ventotto partite in campionato, 2.476 minuti in campo, sette cartellini gialli e uno rosso. Debast è cresciuto nel settore giovanile dell’Anderlecht, dove ha avuto come maestro Vincent Kompany, che è il suo modello e adesso allena il Burnley. Centrale dominante, abituato a guidare il reparto. Agile, veloce, attento in marcatura, forte di testa, 84 partite da professionista tra campionato e coppe. E’ nato il 24 ottobre del 2003 a Halle. Cinque presenze con la maglia del Belgio: a farlo esordire era stato Roberto Martinez (che ora guida il Portogallo), ma Debast è rimasto al centro del progetto anche dopo l’arrivo del ct Domenico Tedesco. Il Milan ci pensa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Kvara ko ma è festa Georgia: primo Europeo nella storia, Grecia fuori ai rigori Successivo George Ilenikhena, il centravanti della Francia del futuro

Lascia un commento