De Rossi, prima conferenza da allenatore della Roma: rivivi la diretta

ROMA – Prima conferenza stampa da allenatore della Roma per Daniele De Rossi, che domani, sabato 20 gennaio, debutterà sulla panchina giallorossa in occasione della partita casalinga contro il Verona.


13:20

Gli esordi di De Rossi

De Rossi esordirà da allenatore della Roma domani, 20 gennaio 2024. Da calciatore ha esordito in Serie A sempre nel primo mese dell’anno, il 25 gennaio 2003, in Como-Roma 2-0. Precendemente aveva fatto il debutto assoluto nella prima squadra giallorossa in Champions League, il 30 ottobre 2001, nel match Roma-Anderlecht 1-1. Da allenatore invece l’esordio è datato 15 ottobre 2022, in occasione di Cittadella-Spal 0-0.


13:09

De Rossi contro il Verona, i numeri

Da allenatore De Rossi non ha mai affrontato il Verona. Da calciatore invece si è trovato 5 volte contro l’Hellas senza mai perdere: 3 vittorie (due 3-0 e un 3-1) e 2 pareggi (entrambi per 1-1) in Serie A il bilancio a favore di DDR, ovviamente sempre in maglia giallorossa.


12:54

Fortezza Roma in casa

La Roma conta 6 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta in questa stagione in 10 partite di Serie A di fronte al proprio pubblico. La squadra giallorossa ha una striscia di 8 gare casalinghe senza sconfitte iniziata il 17 settembre 2023 con la vittoria per 7-0 sull’Empoli. L’ultimo ko interno è contro il Milan, 2-1 il 1° settembre.


12:31

Il bilancio di De Rossi alla Spal

Nelle 17 partite da allenatore della Spal (ottobre 2022-febbraio 2023), Daniele De Rossi ha raccolto 3 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte, tra Serie B (16 gare) e Coppa Italia. 15 i punti fatti con 18 gol segnati e 20 incassati dalla sua squadra.

12:07

I moduli di De Rossi allenatore nella Spal

Nella sua unica esperienza da allenatore, alla guida della Spal, De Rossi ha sempre adottato la difesa a tre: i suoi moduli sono stati il 3-4-1-2, 3-4-2-1 e il 3-5-2. Oggi però ha spiegato che si isipra alla difesa a quattro, ma inizierà con quella a tre perché la Roma gioca da anni così.

De Rossi: "Ho mandato un messaggio a Mourinho, gesto dovuto"

Guarda il video

De Rossi: “Ho mandato un messaggio a Mourinho, gesto dovuto”


11:54

Roma-Verona, come è finita nel girone d’andata

All’andata, al Bentegodi, il Verona ha battuto la Roma di Mourinho per 2-1: il match, giocato il 26 agosto scorso e valido per la seconda giornata, è stato deciso dai gol di Duda al 4′ e Ngonge nel recupero del primo tempo. Nella ripresa i giallorossi sono andati a segno con Aouar al 56′, ma non sono riusciti a trovare il pareggio nonostante l’espulsione del gialloblù Hien all’84’ per fallo da ultimo uomo su Belotti. Il Verona potrebbe vincere entrambe le sfide in una singola stagione contro la Roma in Serie A per la seconda volta nella sua storia, dopo il 1968-69 con Giancarlo Cadè allenatore. 

VERONA-ROMA 2-1, STATISTICHE E CRONACA DELLA PARTITA DI ANDATA


11:41

L’esperienza in Argentina di De Rossi

La lunga carriera da calciatore di De Rossi, iniziata nel 2001, si è chiusa con un’esperienza di cinque mesi nel Boca Juniors, in Argentina, tra luglio 2019 e gennaio 2020.

De Rossi, la prima conferenza da allenatore della Roma: tutte le foto

Guarda la gallery

De Rossi, la prima conferenza da allenatore della Roma: tutte le foto


11:27

Gli straordinari numeri di De Rossi calciatore

De Rossi ha giocato 616 partite alla Roma, divenendone capitano e segnando 63 reti in tutte le competizioni. È il secondo giocatore con più presenze nella storia del club dopo Francesco Totti. In giallorosso ha conquistato per due volte la Coppa Italia, nel 2007 e nel 2008, e una Supercoppa Italiana nel 2007, vinta grazie a un suo gol su rigore a San Siro. De Rossi ha avuto una grande carriera anche in Nazionale: con la maglia dell’Italia ha raccolto 117 presenze segnando ben 21 gol. Ha preso parte a otto grandi tornei internazionali, conquistando il Mondiale nel 2006 insieme ai compagni di squadra Francesco Totti e Simone Perrotta.

De Rossi sul contratto: "Me la giocherò fino alla morte per rimanere qui"

Guarda il video

De Rossi sul contratto: “Me la giocherò fino alla morte per rimanere qui”


11:17

Il ritorno di De Rossi dopo 1.700 giorni

Daniele De Rossi, che oggi ha 40 anni, ha giocato la sua ultima partita da calciatore della Roma il 26 maggio 2019, contro il Parma (vittoria per 2-1 con Ranieri sulla panchina romanista). Domani, al momento del ritorno ufficiale in campo da allenatore giallorosso, saranno trascorsi 1.700 giorni esatti da quel commiato, ovvero 4 anni, 7 mesi e 25 giorni.


11:09

Clima rovente per l’esordio

Non sarà semplice, dal punto di vista ambientale, l’esordio di De Rossi sulla panchina della Roma. L’ex capitano per ora mette d’accordo tutti i tifosi, ma c’è forte malumore per l’esonero di Mourinho, molto amato dalla piazza giallorossa. In occasione di Roma-Verona, in programma domani alle 18, ci sarà sicuramente qualche contestazione ai Friedkin, propietari del club. LEGGI LA NOTIZIA


10:56

La carriera di De Rossi allenatore

De Rossi ha iniziato a fare l’allenatore come collaboratore tecnico di Roberto Mancini, quando era ct della nazionale italiana. DDR è stato nello staff azzurro in due occasioni, da marzo ad agosto 2021 e poi ancora da novembre 2021 a ottobre 2022. Da primo allenatore ha invece guidato la Spal in Serie B: subentrato a ottobre 2022, è stato esonerato a febbraio 2023 per i risultati deludenti della formazione di Ferrara, poi retrocessa in C.


10:41

Finisce la conferenza stampa di De Rossi

Da qualche minuto è finita la conferenza stampa di Daniele De Rossi.

Roma, De Rossi arriva a Trigoria

Guarda il video

Roma, De Rossi arriva a Trigoria


10:40

I pericoli della partita con il Verona

Domani c’è il Verona, ecco cosa non va sottovalutato secondo De Rossi: “Innanzitutto il Verona… È una squadra solida guidata da un allenatore che stimo molto (Marco Baroni, peraltro ex difensore della Roma, n.d.r.). Hanno un gioco definito e giocatori fisici, l’emozione dell’esordio non deve farci brutti scherzi. Spero non ci sia malumori e dobbiamo essere tutti molto caldi: io in panchina, i giocatori in campo e i tifosi allo stadio“.

Roma: Daniele De Rossi arriva a Trigoria

Guarda il video

Roma: Daniele De Rossi arriva a Trigoria


10:37

I problemi della Roma

De Rossi analizza poi i problemi della Roma: “Qualche problema lo riscontravamo anche guardando le partite. Non penso che la Roma giocasse male come veniva detto, ma giocava alcune partite molto bene e altre molto male. Questo saliscendi era il problema. Ha avuto delle alternanze dal punto di vista del rendimento in campo. Le idee e i motivi ce li stiamo dando, ma sarebbe irrispettoso dirlo qui in conferenza stampa. Dal vivo rimani impressionato a vedere quando toccano la palla Dybala, Lukaku, Pellegrini… Chi mi ha impressionato è Pisilli, non pensavo fosse così forte. Ammetto che non lo conoscevo“.

Roma-Verona, la probabile formazione di De Rossi: ci sono tante novità

Guarda la gallery

Roma-Verona, la probabile formazione di De Rossi: ci sono tante novità


10:30

De Rossi e Mourinho

Viene chiesto a De Rossi di Mourinho. Se la Roma ha fatto stufare l’allenatore portoghese e se lui e Mou si sono sentiti: “Gli ho mandato un messaggio, lui mi aveva scritto quando accettai la Spal, era un gesto dovuto e giusto. Se si è stufato? Dovete chiederlo a lui e non mi interessa più di tanto con tutto il rispetto. Non mi posso concentrare su altre cose ora, devo concentrarmi sulla Roma perché in questi giorni ho dovuto fare anche tante altre cose: le divise, il contratto, altre cose non di calcio. Non vedo l’ora di poter pensare solo al calcio“.

De Rossi: "L'obiettivo è entrare in Champions"

Guarda il video

De Rossi: “L’obiettivo è entrare in Champions”


10:27

Il malumore dei tifosi

Sul malumore dell’ambiente a Roma, dopo l’esonero di Mourinho, De Rossi si dice sereno: “Non sono stupido, l’effetto calmante è un modo un po’ brutto di definire la scelta di prendermi. Penso che magari con altri allenatori qui la reazione poteva essere ancora peggiore. Non ho bisogno di stimoli in più, non mi destabilizza. Quando si sceglie come rimpiazzare un allenatore così amato come Mourinho si devono prendere in considerazione molti fattori. Se avessero preso altri allenatori sicuramente la reazione sarebbe stata peggiore, a breve termine. I tifosi sono una parte importante, i pienoni allo stadio che hanno portato dei punti. Nessuno toglie l’amore che hanno provato verso Mourinho, ma nulla impedisce loro di amare anche me, continuando la scia d’amore allo stadio. Chiaramente non mi hanno scelto per i miei risultati alla Spal, ma per tante altre cose. Potrebbe essere una grandissima occasione per me. Uno non pensa che mandino via l’allenatore più titolato e prendano te. Me l’aspettavo di diventare allenatore della Roma, ma in un processo più graduale. È piena la storia di allenatori che sono entrati ad interim e poi sono rimasti, l’ultimo è Palladino che non credo fosse stato scelto per esserlo, ma poi si è guadagnato la conferma visto che ora è uno dei due-tre più bravi che c’è. Non devo fare finta che non sono mai stato qui dentro, non devo far finta che non voglio bene a Pellegrini, Cristante… Mi hanno consigliato di non venire con la mia macchina, ma non devo far finte di essere povero. Non devo far finta di nulla.. si può avere rispetto dei ruoli pur essendo amici. Quando entriamo in campo, lì mi sono sentito allenatore. Loro mi guardano, mi ascoltano, mi seguono, mi sembra che gradiscano ciò che sentono. ora vediamo se ciò porterà a fare punti“.

De Rossi e la Roma in campo a Trigoria: guarda la sfida sui calci!

Guarda la gallery

De Rossi e la Roma in campo a Trigoria: guarda la sfida sui calci!


10:25

Difesa a tre o a quattro?

La Roma giocherà con la difesa a tre o a quattro? “Mi innamoro di questo lavoro con Spalletti e poi il colpo di fulmine finale l’ha data Luis Enrique. Questi tipi di allenatori, che portano tanti giocatori in fase offensiva e che difendono a quattro, mi hanno fatto innamorare e sono stati alla base delle mie stagioni migliori. Però questa squadra gioca però da tanti anni a tre ed è stata costriuta per giocare a tre. Ci prendiamo fino all’ultimo minuto per decidere, abbiamo provato entrambe le cose, si può anche difendere in una maniera e costruire in un’altra… con delle rotazioni che all’inizio potrebbero essere un po’ farraginose perché non sono automatismi ben studiati ma che dopo entrerebbero nella testa di giocatori così esperti in poco tempo. Magari cambieremo durante la partita o durante la stagione a seconda dell’avversario“.


10:23

Il contratto di De Rossi

Sul contratto fino a giugno senza particolari condizioni, DDR spiega: “I presidenti Dan e Ryan sono stati chiarissimi sulla durata del contratto e sul tenore della mia permanenza qui. Ho detto ‘va benissimo’, mettete la cifra e voglio solo un bonus per la Champions. Il contratto non era in bianco perché l’avevano già preparato, ma avrei firmato in bianco, non farò naturalmente tutta la carriera così, ma l’unica cosa che gli ho chiesto è di trattarmi da allenatore, non da leggenda, non da ex giocatore, non voglio fare il giro di campo con Romolo. Me la giocherò fino alla morte per rimanere qui e credo siano soddisfatti di questo, voglio guadagnarmi sul campo la mia conferma in modo pulito“.

Calendario Roma, le prime sette partite di De Rossi per rilanciare la stagione

Guarda la gallery

Calendario Roma, le prime sette partite di De Rossi per rilanciare la stagione


10:20

Il calcio di De Rossi

Per cosa mi piacerebbe essere ricordato? Se Guardiola dicesse il mio calcio ci sarebbe quel soffio di genialità e accetterei un’espressione del genere, ma io non sono minimamente al loro livello e non so se avrò quel marchio di fabbrica. Penso che se la nostra squadra a fine percorso, sarà riconoscibile e i giocatori tra di loro sapranno cosa fare, io sarò contento di questo“.


10:17

Obiettivo Champions

Cosa farebbe contento De Rossi a fine stagione? “Se fossimo tra le prime quattro della classifica. Quando cambi allenatore non è facile, succede questo. Non è una cosa così rara, ci sono dei problemi che non devo analizzare troppo, devo partire da 0-0 e in tre-quattro giorni non hai tempo per analizzare tutto. La fortuna è che di questa squadra sono tifoso e quindi non devo rivedere i filmati perché le partite le ho viste tutte, è la squadra che conosco di più al mondo e quindi abbiamo accorciato quella fase di studio. La Roma non si rifiuta, è un po’ quello che successe a Pirlo anni fa. Ci sono uomini che rifiutano e uomini che si buttano dentro. Non è solo il voler tornare o un discorso di nostalgia, l’unica ragione per dire no sarebbe stata se fosse stata una squadra mediocre, io penso che invece questa sia una squadra forte e il lavoro ci potrà portare a fare bella figura“.

Roma, la formazione di De Rossi: ecco come giocherà

Guarda la gallery

Roma, la formazione di De Rossi: ecco come giocherà


10:14

De Rossi e Totti

Se ho sentito Totti? Mi ha mandato l’in bocca al lupo in cui mi mostrava la sua felicità e il suo stupore, che all’inizio era anche il mio. Abbiamo parlato un paio di volte, ci siamo promessi di vederci e passeremo un po’ di tempo insieme che è una cosa che ci fa sempre piacere. Adesso lui sta andando in Cina per fare alcune cose”. LEGGI LA NOTIZIA

Roma, De Rossi mette il Verona nel mirino: in gruppo c'è anche Dybala

Guarda la gallery

Roma, De Rossi mette il Verona nel mirino: in gruppo c’è anche Dybala


10:12

Inizia la conferenza stampa

Inizia la conferenza stampa di Daniele De Rossi. Queste le sue prime parole: “Vedo facce alle quali sono affezionato. Quando cambia l’allenatore vedi sempre i giocatori che nei primi allenamenti vanno a mille all’ora. Succede quando cambi un grande mister e quando cambi uno mediocre. I primi allenamenti ti danno risposte fino a un certo punto, bisognerà vedere se terremo questi ritmi, ma le prime risposte sono incredibili. I giocatori hanno assorbito anche i primi due-tre concetti che abbiamo dato. Sono delle spugne”.

De Rossi: "Ho sentito Totti"

Guarda il video

De Rossi: “Ho sentito Totti”


10:06

Leggero ritardo, tra poco De Rossi

Leggero ritardo sull’inizio della conferenza stampa: tra poco De Rossi parlerà.

Roma, via all'era De Rossi: ecco il suo arrivo in auto a Trigoria

Guarda la gallery

Roma, via all’era De Rossi: ecco il suo arrivo in auto a Trigoria


9:47

Il momento della Roma

Dopo la prima giornata di ritorno, la Roma è nona in classifica, cosa che non accadeva dal gennaio 2003, proprio nel weekend del debutto in Serie A di De Rossi calciatore. La squadra giallorossa è reduce dall’eliminazione in Coppa Italia per mano della Lazio e dalla sconfitta in campionato contro il Milan.

De Rossi da compagno a tecnico: ecco i calciatori della Roma con cui ha giocato

Guarda la gallery

De Rossi da compagno a tecnico: ecco i calciatori della Roma con cui ha giocato


9:39

I primi giorni di De Rossi allenatore della Roma

De Rossi si è insediato sulla panchina giallorossa da martedì scorso, dopo l’esonero mattutino di José Mourinho, e già quel giorno, nel pomeriggio, ha diretto il primo allenamento a Trigoria.

Roma, De Rossi e le parole del primo giorno: "Il calcio è tutto qua..."

Guarda la gallery

Roma, De Rossi e le parole del primo giorno: “Il calcio è tutto qua…”


9:28

Tra poco le parole di De Rossi

La conferenza stampa di Daniele De Rossi è in programma alle 10 al Centro Sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria.


Centro Sportivo Fulvio Bernardini, Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente De Ketelaere torna allo scorso agosto: "Vedere giocare l'Atalanta mi era sempre piaciuto" Successivo Coppa del Re, Simeone batte Ancelotti: Atletico Madrid ai quarti di finale