De Rossi, il Bayer Leverkusen e due speranze: "Lukaku e Smalling in campo"

Gli avversari, i tedeschi del Bayer Leverkusen, “hanno giocatori molto interessanti, stimo molto il loro allenatore e hanno molto lavoro alle spalle. C’è tanto da temere e una cosa da rispettare è che sono imbattuti nonostante spesso siano stati in svantaggio. È una squadra che ha raggiunto tenacia e consapevolezza e lotta fino agli ultimi minuti. Per quanto riguarda noi a volte negli ultimi minuti è stanchezza ma anche tenuta mentale, quando prendi gol negli ultimi minuti è così. Ma anche noi abbiamo giocatori che stanno nella partita fino all’ultimo, altrimenti non avremmo vinto con l’Udinese in quella partita così particolare. È una squadra che ci crede, ha cuore, e quindi entrambe le squadre lotteranno fino all’ultimo secondo”. Lo ha detto il tecnico della Roma, Daniele De Rossi, nella conferenza stampa in vista del match di andata delle semifinali di Europa League, in programma domani sera all’Olimpico contro il Bayer Leverkusen.

C’è qualcosa di grande nel Bayer, hanno raggiunto risultati che non avevano mai raggiunto ed è merito loro, del lavoro che hanno fatto. Credo che per loro non sia un peso essere imbattuti, piacerebbe anche a me essere imbattuto”, ha aggiunto. “C’è un discorso di cabala per chi ci crede, ma io preparo la partita per quello che troveremo sul campo, e i ragazzi troveranno un Bayer Leverkusen molto diverso da quello che la Roma ha sconfitto l’anno scorso. È una squadra totalmente diversa da quella semifinale, spero che il ricordo a loro dia fastidio ma loro sono nettamente più forti rispetto a un anno fa. I loro giocatori sono molto forti e messi nelle condizioni ideali per fare male. È una squadra solida e con individualità incredibili, sono solidi in difesa, non c’è una qualità particolare, certo hanno una fisicità importante e grande gamba. È una squadra che ti lascia sempre dubbi su cosa fare e credo che abbiano costruito una squadra davvero forte”.

Lukaku e Smalling: c’è ottimismo

“A volte vi soffermate un po’ troppo su difesa a tre o a quattro, ma credo che la difesa, se fatta bene, se fatta con protagonisti che sappiano essere difensori ma anche primi attaccanti, è una cosa positiva. Non dico che giocherò con la difesa a tre ma domani vedremo. Lukaku ieri ha fatto l’allenamento in linea, vediamo oggi, cosi’ come Smalling. Penso di recuperarli entrambi, vediamo il minutaggio. Llorente a destra? Discorso che puo’ starci, li valuto in base a varie cose”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Serie B, la Cremonese batte il Pisa: Aquilani fuori dalla zona playoff Successivo Cremonese, Stroppa: "Oggi Coda ha avuto meno occasioni ma ha segnato"

Lascia un commento