De Laurentiis: “Lega nemica dei club. Mi spiace per Rocchi, con gli arbitri vive un incubo…”

Il numero uno del Napoli elogia l’Arabia ma contesta la Supercoppa: “Così com’è non ha senso che esista”

22 gennaio – 23:02 – MILANO

Napoli in silenzio a fine partita: parla solo il presidente Aurelio De Laurentiis. Una lunga premessa per elogiare il sistema Arabia, ma arrivano anche un paio di stoccate ad arbitri e Lega. “In questo momento è un Napoli in fase di cambiamento, stanno arrivando diversi nuovi giocatori e siamo destinati a cambiare. Onore al merito a chi vince, ma ho visto un Napoli in crescita, in 10 e con l’assenze che abbiamo la squadra ha dato del filo da torcere a un’Inter imprecisa”. 

VIVA l’ARABIA

—  

“La cosa meravigliosa di questa Supercoppa – prosegue De Laurentiis – che io ho anche contrastato, è che quando si gioca già troppo non si possono aggiungere altre competizioni e per di più fuori dall’Italia. Credo che questa competizione non debba più avere ragione di esistere. Però devo ammettere che mi ha molto colpito la crescita e la democratizzazione dell’Arabia, in pochi mesi, si è trasformata in un Paese apertissimo. Diventerà la centrale del nuovo mondo, ho visto un luogo che annebbia Disneyland. Con 100.000 gru costruiranno un nuovo Paese. Sono furbi e intelligenti questi arabi: usano il calcio per attrarre la gente in vista del 2030”.

ARBITRI E LEGA

—  

Arriva però inevitabile la polemica contro gli arbitri “A me spiace per Rocchi che sta vivendo un incubo, perché mi sono anche piacevolmente trattenuto con lui prima della partita. Chissà quale ulteriore imbarazzo proverà, pensavo… Se tu mi lasci in 10 il calcio non è più spettacolare, visto che eravamo qui anche per promuovere uno spettacolo”.  E qui subentra un’altra tormentata problematica: “La Lega non funziona, hanno cambiato anche le regole delle ammonizioni, non si capisce più nulla e adesso pagheremo queste sanzioni in campionato. E così questa Supercoppa, che già conta poco, condiziona anche il campionato. E così la Lega è nemica dei club”.

Precedente Inzaghi: "Barella nervoso, ci ha penalizzato. Il segreto è una grande squadra" Successivo Cagliari e la Sardegna piangono Riva. Giulini: "Nasce la leggenda, gli dedicheremo lo stadio"