De Ketelaere pronto al debutto: giocherà l’ultimo quarto d’ora contro il Vicenza

Stasera al Menti, nell’amichevole del Milan, l’attrazione principale sarà il belga. Ma sono da seguire anche Messias in grande spolvero e l’emergente Adli

Vicenza-Milan in tre motivi. Il debutto di De Ketelaere, un Messias sempre più on fire e il solito Adli, bramoso di far vedere a tutti cosa sa fare. Alle 19 i rossoneri scenderanno in campo al Romeo Menti contro i veneti. Tra curiosità, qualità al potere e voglia di riscatto, ecco perché accendere la televisione.

CDK

—  

Curiosità alle stelle. Vicenza-Milan sarà l’occasione per vedere finalmente in campo Charles De Ketelaere, l’acquisto più costoso del tandem Maldini-Massara. Il belga, già pupillo dei tifosi, entrerà negli ultimi 15/20 minuti e si piazzerà sulla trequarti. Pioli lo vede lì. I due ne hanno già parlato. I suoi agenti, De Mul e Sharifi, hanno svelato che avrà un ruolo alla 9,5, un po’ fantasista e un po’ attaccante. Del resto l’anno scorso ha segnato 18 gol, sfornato una decina di assist e vinto il campionato con il Bruges da protagonista. Il terzo di fila. Tra una settimana inizia la Serie A. CDK non vede l’ora di ‘spaccare’ il mondo.

ADLI

—  

Un dieci con il 7 sulle spalle. A Vicenza potrebbe toccare di nuovo a lui, Yacine Adli, qualità al potere dietro a una cascata di ricci. Il francese si è presentato a Milanello con la voglia di stregare tutti. E fin qui ci sta riuscendo. Punta a prendersi la maglia da titolare contro l’Udinese tra una settimana. Chissà. Intanto ha fatto vedere buone cose in tutte le amichevoli. Tocchi precisi, assist, gol, testa alta, visione di gioco. Ai milanisti piace molto, a Pioli pure, ne ha lodato personalità e coraggio, perché quando tenti la giocata difficile significa che dietro i ricci c’è anche una leadership tecnica non indifferente. Diaz è chiamato a ‘difendersi’.

MESSIAS

—  

Forse la sorpresa dell’estate rossonera. Messias sta cercando di ribaltare le gerarchie. Il gol contro il Marsiglia, sinistro a giro all’angolino, ha fotografato alla perfezione la voglia del brasiliano, riscattato dal Crotone dopo un anno discreto ma non eccezionale, complice l’infortunio di inizio stagione. La differenza è una: l’estate scorsa Messias non ha svolto la preparazione con i compagni, era alle prese con un infortunio, è rientrato contro l’Atalanta e si è fatto male di nuovo. Stavolta no. Contro il Vicenza dovrebbe partire di nuovo dal 1’. Lui titolare a destra, Saelemaekers in panca. Serve un’altra prova da funambolo.

Precedente Caputo, Lucarelli, Maccarone: i bomber di provincia non passano mai di moda Successivo Equivoco in volo: business class per la tiktoker scambiata per la calciatrice!

Lascia un commento