De Ketelaere, dichiarazione d'amore: "Volevo soltanto il Milan". Le FOTO del primo allenamento

MILANO – Finalmente a Milanello è arrivato il giorno della presentazione di Charles De Keteleare. La lunga trattativa per l’acquisto del giovane centrocampista belga alla fine si è conclusa nel migliore dei modi, nonostante le resistenze del Bruges che ala fine ha imposto il proprio prezzo ai dirigenti rossoneri. Oltre trenta milioni di euro per uno dei migliori prospetti del calcio mondiale. “Diventare calciatore è qualcosa che si può solo immaginare – ha affermato il neo milanista nella conferenza stampa di presentazione – ho sempre sognato di esserlo ma non avrei mai creduto di poter giocare in un club come il Milan: oggi tutto questo è realtà e sono molto orgoglioso. Volevo assolutamente venire al Milan, c’è voluto un po’ di tempo ma ora sono felice“.

Milan, ecco De Ketelaere: subito show nel primo allenamento

Guarda la gallery

Milan, ecco De Ketelaere: subito show nel primo allenamento

Le caratteristiche del talento belga

De Keteleare è un centrocampista offensivo con spiccate qualità tecniche. Può essere impiegato sia come esterno di fascia, sia come trequartista a supporto degli attaccanti. “In campo sono un giocatore molto offensivo – dice di sé il nuovo giocatore del Milan – mi piace iniziare e finire l’azione muovendomi, di conseguenza tendo ad abbassarmi e ricevere il pallone, cercare l’ultimo passaggio e segnare da attaccante. Lavoro duramente anche in fase di non possesso ma preferisco avere la palla tra i piedi”.

Affascinato dalla storia milanista

Il giovane calciatore è affascinato dal suo nuovo club. “É difficile parlare della storia del Milan – sottolinea – ci sono stati tantissimi campioni come Ronaldinho, Maldini, Kakà , ma anche gli olandesi come Gullit e Van Basten. Il mio idolo? Fin da quando sono bambino è Cristiano Ronaldo, ma anche il Milan ha avuto campioni incredibili. Da ragazzo ho guardato molti loro video, É stata una squadra fantastica e lo è anche adesso. Spero di aiutare il Milan a tornare ai grandi successi di un tempo. Ho scelto il numero 90 perché ce l’ho da quando ero ragazzino: mi fu assegnato, cominciai a giocare bene e da quel momento non l’ho più lasciato”.

De Ketelaere 'svela' la pronuncia corretta del proprio nome

Guarda il video

De Ketelaere ‘svela’ la pronuncia corretta del proprio nome

Precedente L'Inter vicina alla risoluzione con Sanchez. Nonostante le parole di attesa del Nino Maravilla Successivo Villiam Vecchi è morto, ex portiere del Milan e preparatore/ Club: "Sempre rossonero"

Lascia un commento