Dalla Spagna: “Depay, niente Barça? Nella trattativa si inserisce la Juve”

Con il termine del campionato e l’Europeo ad un passo, inizia a muoversi anche il mercato, con la Juventus attiva su più fronti per regalare a Massimiliano Allegri i rinforzi da lui richiesti in vista della prossima stagione. Molte saranno le operazioni dei bianconeri, che dovranno anche lavorare in uscita per piazzare tutti quei calciatori che il tecnico toscano non ritiene più adatti al suo progetto.

Dal punto di vista delle entrate invece, la Juventus si sta muovendo per un attaccante, e sarebbe tornata prepotentemente alla carica per un obiettivo che sembrava ormai lontano: il calciatore olandese Memphis Depay, che sembrava ad un passo dalla firma con il Barcellona, è ritornato nel mirino dei bianconeri, che avrebbero effettuato un’offerta formale per portarlo a Torino. L’attaccante dell’Olympique Lione ha il contratto in scadenza al prossimo 30 giugno, e i blaugrana sembravano vicini alla chiusura dell’operazione . Stando a quanto riporta il Spagna El Mundo Deportivo però, la trattativa avrebbe subito una brusca frenata a causa dell’inserimento della Juventus nella trattativa. I bianconeri avrebbero infatti migliorato l’offerta economica che il Barcellona aveva presentato al giocatore, alzandola di 3 milioni a stagione. Come contromossa, la società di Laporta avrebbe offerto un anno in più di contratto arrivando così a tre più uno. Ora la parola passa al giocatore, che dovrà decidere la sua prossima squadra. Ma intanto, proprio in queste ultime ore, è arrivata anche un’altra grande notizia per il mercato bianconero, parte l’assalto ad un grande colpo: “Soldi e due giocatori, ecco l’offerta!” <<<

Della Juventus ha parlato anche Federico Chiesa: “Ricordo con emozione l’esordio in Serie A. E’ stato il raggiungimento di tanti anni di sacrifici, poi ci sono state serate che porto con me. Una partita che mi ha fatto arrivare a certi livelli è stata con la primavera a Torino con la Juve primavera, quarto di finale di Coppa Italia in cui ho fatto gol. Mister Sousa mandava i giovani a giocare in primavera per un fatto di umiltà, per vedere se anche lì avevamo la stessa passione e la stessa voglia. Certe volte quando fai un passo indietro snobbi la gara, non la affronti con la stessa cattiveria. Lui invece voleva vedere se avevi questi valori. Quello è stato un grande momento per me, non bisogna sottovalutare nessun tipo di partita, affrontarla con superficialità”.

Precedente Messi all'Inter... di Miami: il sogno di Beckham per il 2023 Successivo Diretta Roland Garros 2021/ streaming video tv: Pavlyuchenkova, un tabù infranto

Lascia un commento