Dagli sms a Sneijder alla telefonata a Dybala: Mou chiama, i giocatori arrivano

Paulo è solo l’ultimo dei colpi piazzati grazie allo zampino del tecnico portoghese, intervenuto in prima persona

Il telefono, la sua voce. Quella di José Mourinho. Suadente, persuasiva. Convincente, soprattutto. Nella narrazione del calciomercato bisogna pensare a Mourinho come ad un riassunto vivente tra Fonzie e il temutissimo visconte Cobram (quello di Fantozzi: “Filini, che dice, faccio l’accento svedese?”); insomma a due personaggi a cui è impossibile dire di no.

Precedente Non solo Morata: Simeone, Mertens, Petagna... È il mercato dei bomber in attesa! Successivo Juve, doppia seduta in attesa di partire per Las Vegas

Lascia un commento