Da Zoro a Vlahovic, la galleria della vergogna: tutti i precedenti razzisti nei nostri stadi

Gara sospesa per cinque minuti, Maignan che lascia il campo dopo aver chiesto l’intervento dell’arbitro Maresca. Questa sera, durante Udinese-Milan, il portiere dei rossoneri ha subito ululati e insulti razzisti. Dopo aver fatto notare il problema al direttore di gara già al 26’, il francese, insieme a Pioli e ai suoi compagni ha abbandonato il terreno di gioco al 33’, per rientrare dopo cinque minuti. La pagina ufficiale del Milan e quella della Lega Serie A, durante l’intervallo, hanno pubblicato un post a supporto del giocatore: “Nel nostro gioco non c’è assolutamente posto per il razzismo”, si legge sulla pagina del club rossonero. Purtroppo, tuttavia, non si tratta del primo episodio di questo genere negli stadi del nostro Paese.

Precedente Lecce-Juve, Dazn o Sky Sport? Dove vederla in tv e in streaming Successivo Juve, assalto alla vetta: super Vlahovic e la fame del gruppo per il sorpasso all'Inter