Da “Friedkin Top Gun” a PauloDybala come nome dei bimbi: a Roma è già mania

Nella Capitale sono già spuntate le prime bandiere dell’Argentina, l’euforia dilaga: il popolo giallorosso sogna

Erano i primi giorni del Duemila quando tutta Roma aspettava con così tanta gioia l’arrivo di un argentino. Sono trascorsi ventidue anni e l’emozione è la stessa: i romanisti sono letteralmente impazziti per l’arrivo di Paulo Dybala. Gente in lacrime, qualche bandiera argentina in alcuni bar, social e radio presi d’assalto: da questa notte l’attesa è stata infinita, stamattina invece, quando si è capito che Dybala sì, era tutto vero, è stato solo il turno della Joya. Insperata, perché alla fine molti pensavano che avrebbe scelto l’Inter: “E invece alla fine il nostro Top Gun”, riferito a Dan Friedkin che pilota aerei, “ce l’ha portato a Roma”.

NUOVO GLADIATORE

—  

Nel giorno in cui Russell Crowe torna a Roma (“un caso?”, si chiedono in tanti) la DybalaMask è già nell’immaginario di tutti. Bambini felicissimi, grandi pure. Tra chi va già nei Roma Store a comprare la maglia e chi chiama nelle radio per dire che è pronto a chiamare il figlio “PauloDybala”, tutto attaccato, i social impazziscono. Dybala e Totti sono primi in tutte le tendenze, l’emozione si alterna all’ironia: e allora ecco Dybala “nuovo gladiatore”, Spalletti che dà le capocciate al tavolo dopo aver saputo l’esito della trattativa e gli immancabili meme con Paolo Di Canio.

Precedente Di Maria taglia il traguardo dei 18 milioni di followers: "Grazie mille" Successivo "Tieni, la 10 te la do io": così Totti battezzò Paulo

Lascia un commento