Cuore Barcellona! Pirotecnico 5-3 ai supplementari contro il Granada

GRANADA (SPAGNA) – Partita da cuori forti al Nuevo Los Carmenes di Granada, dove gli eurorivali del Napoli accarezzano il sogno di far fuori dalla Coppa del Re il Barça, salvo poi vedere sfumare un doppio vantaggio negli ultimissimi scampoli dei tempi regolamentari. Si decide tutto, così, ai supplementari, anch’essi ricchi di colpi di scena, che si chiudono con un pirotecnico 5-3 per i catalani, grazie alle due reti finali di Frenkie de Jong e Jordi Alba. Strameritata qualificazione alle semifinali per i ragazzi di Koeman, che nel corso dei primi 90 minuti di gioco avevano colto anche tre legni.

Bocciato Neto

La serata andalusa si apre subito con un colpo di scena. Niente titolarità per il fin qui portiere di coppa Neto. Dall’inizio parte il titolarissimo Ter Stegen. La decisione di Koeman suona a bocciatura definitiva per l’ex Fiorentina e Juventus, che a questo punto pare destinato a dire adios al Barça la prossima estate. Per il resto è praticamente formazione tipo per i blaugrana, ad eccezione dell’apparizione di Trinçao per Dembelé, che si accomoda inizialmente in panchina. I padroni di casa rispondono con un 4-2-3-1 al servizio dell’unico referente offensivo, Roberto Soldado. 

Erroraccio di Umtiti

Parte forte il Barça, che ci prova subito con un doppio tentativo di Messi e Trinçao, che trovano due grandi risposte di Aaron. Il portiere locale, a metà frazione, si supera togliendo dall’incrocio una punizione del vivace Leo. Nonostante il chiaro dominio dei catalani, sono però i ragazzi di Diego Martinez a portarsi in vantaggio, complice il disastroso Umtiti che perde palla nelle retrovie, favorendo il tocco ravvicinato vincente di Kenedy, su centro di Soro. Al secondo minuto della ripresa, poi, il Granada cala il bis con Roberto Soldado, che servito nello spazio da Montoro, si fa nuovamente beffe del macchinoso Umtiti e trafigge Ter Stegen.

Fuochi d’artificio

Ogni discorso sembra chiuso, anche perché la sorte sembra voltare le spalle ai catalani, che attaccano a testa bassa e centrano due clamorose traverse con Trinçao e Dembelé. Quando sembra finita per davvero, a un paio di minuti dal termine Griezmann dimezza lo svantaggio, facendo carambolare la palla tra palo e portiere locale Aaron, che finisce per realizzare un’autorete. In pieno recupero, poi, Jordi Alba trova il drammatico pareggio con un colpo di testa in tuffo che chiude una splendida giocata ordita da Messi e dallo scatenato Griezmann. Al 10’ del primo tempo supplementare il Petit Diable trova il gol del sorpasso, ma poco dopo Dest affonda in area Neva. Per il signor Sanchez Martinez è rigore, che realizza Fede Vico. Nel secondo tempo supplementare, il Barça prosegue il suo assedio, che trova premio nei due gol qualificazione di Frenkie de Jong e ancora Jordi Alba, che fissano il definitivo 5-3. Blaugrana avanti con Siviglia e al Levante, che si è imposto, sempre oggi, sul Villarreal con una rete solitaria di Roger, anche in questo caso ai supplementari. Domani l’ultima semifinalista uscirà dalla sfida tra il Betis Siviglia e il solito Athletic Bilbao.

Granada-Barcellona 3-5 dts

Precedente Coppa di Germania, poker Lipsia. Ai quarti anche Gladbach e Wolfsburg Successivo Atalanta, Gasperini: "Ripresa lenta e spezzettata, ma sono soddisfatto"

Lascia un commento