Cuadrado, saltelli anti Juve: la festa per lo scudetto e i 149 minuti in campo

Juan Cuadrado sembra aver dimenticato molto presto gli 8 anni passati alla Juventus. L’esterno colombiano, che dopo la scadenza del contratto con la Vecchia Signora la scorsa estate si è aggregato all’Inter, non si è reso protagonista di una grande stagione dal punto di vista personale. Juan è infatti stato tormentato da diversi problemi fisici che lo hanno tenuto fuori dal campo per gran parte dell’annata: solo 9 presenze complessive, per un totale di 149 minuti giocati, conditi da 2 assist. Nonostante questo il colombiano si è integrato alla grande nel mondo Inter e ha voluto ribadirlo durante la festa Scudetto dei nerazzurri andata in scena ieri a Milano.

Cuadrado, il coro sfottò contro la Juve

Dopo aver postato la sua foto con gli occhiali a forma di due stelle, Cuadrado ha continuato a documentare la festa e in serata si è reso protagonista di un episodio che ha subito fatto il giro del web facendo infuriare ulteriormente i tifosi juventini. Chiamato ad esibirsi sul balcone dell’Arengario in Piazza Duomo, Juan è stato incitato dai tifosi con il classico coro “Chi non salta bianconero è“. Il colombiano ha partecipato attivamente allo sfottò iniziando a saltellare vivacemente per poi chiudere dicendo: “Volevo dare il mio contributo, purtroppo non sono riuscito. Ma ho imparato questa canzone che fa “E per la gente che…”“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lazio, Immobile sorpreso per il poco impiego: cosa vuole fare Successivo Roma, Olimpico caldo e il ritorno di tre big per battere il Bayer

Lascia un commento