Cristiano Ronaldo resta a secco: Al Nassr eliminato dalla Supercoppa saudita

RIYAD (ARABIA SAUDITA) – Terza partita con la maglia dell’Al Nassr per Cristiano Ronaldo che, dopo la doppietta rifilata nel 5-4 al Psg di Leo Messi e la prestazione sottotono nella vittoria di misura contro l’Ettifaq decisa dalla rete dell’ex Benfica Talisca, non è riuscito a graffiare nemmeno nella semifinale di Supercoppa d’Arabia Saudita contro l’Al-Ittihad. La formazione di Nuno Espirito Santo, infatti, ha superato 3-1 quella dell’ex Roma Rudi Garcia nella gara del King Fahd International Stadium (mercoledì 18 gennaio qui si è giocata la finale di Supercoppa italiana tra Milan e Inter vinta 3-0 dai nerazzurri di Simone Inzaghi), conquistando così il pass per l’atto conclusivo contro l’Al Feiha, vittorioso per 1-0 contro l’Al-Hilal grazie alla rete di Paulinho. 

Cristiano Ronaldo al verde, ma solo con l'orologio: quanto costa il suo Jacob & Co

Guarda la gallery

Cristiano Ronaldo al verde, ma solo con l’orologio: quanto costa il suo Jacob & Co

La partita di Cristiano Ronaldo e il ko dell’Al Nassr

L’Al Nassr di Rudi Garcia prova a fare la partita ma dietro balla, e pure troppo. A ogni ripartenza degli avversari è un pericolo dalle parti di Agustin Rossi. Su una di queste, al 15′, Romarinho, fuggito sul filo del fuorigioco, non può far altro che spingere in rete il perfetto assist dall’out di sinistra di Al Oboud. Dopo un inizio sonnecchiante, il fuoriclasse portoghese al 42′ ha sulla propria testa la palla del possibile 1-1: l’ex Juventus salta in testa all’avversario e da posizione ravvicinata colpisce a botta sicura, o quasi. Sì, perché la risposta di Grohe è prodigiosa. Come insegna la dura legge del calcio, però, gol sbagliato gol subito: capovolgimento di fronte e l’ex della sfida Hamdallah incrocia di testa per il 2-0 della formazione di Nuno Espirito Santo. A inizio ripresa CR7 protesta per un presunto fallo su Talisca al limite dell’area, ma l’olandese Makkelie lascia correre. Poi ci prova con una punizione defilata ma il tiro è alto. L’Al-Ittihad, però, non riesce più a uscire dalla propria metà campo, così Talisca al 67′ concretizza gli attacchi dell’Al Nassr e accorcia con un bel tiro di prima su cross basso proveniente dall’out di sinistra. La squadra di Rudi Garcia è ancora viva e Cristiano Ronaldo arringa la folla. In pieno recupero il campione portoghese rischia pure l’infortunio, con un avversario che gli piomba sulla caviglia. Con la squadra sbilanciata in avanti alla ricerca del pari, l’Al Nassr subisce invece il tris firmato Shanqeeti. Nonostante gli 11′ di recupero non succede altro, Makkelie fischia la fine: al King Fahd International Stadium finisce 3-1.

Cristiano Ronaldo rischia l'infortunio per un brutto fallo dell'avversario: cosa è successo

Guarda la gallery

Cristiano Ronaldo rischia l’infortunio per un brutto fallo dell’avversario: cosa è successo

Cristiano Ronaldo, siuuu in faccia a Messi: primo gol con l'Al Nassr

Guarda il video

Cristiano Ronaldo, siuuu in faccia a Messi: primo gol con l’Al Nassr

Precedente Un dirigente della serie A attacca la Lega: parole al vetriolo contro il calcio italiano Successivo Milan, il fattore Z decisivo per rilanciarsi: Zaniolo e Ziyech gli obiettivi