Covid, oggi incontro tra Conte, Spadafora e i vertici dello sport. Non c’è la Serie A

L’unica lega calcistica presente è la C con Ghirelli. Ci sono anche i presidenti di diversi consorzi di gestori di impianti sportivi, chiusi o comunque ridimensionati dopo l’ultimo Dpcm

Sta cominciando a Palazzo Chigi un vertice straordinario con il mondo dello sport indetto dal presidente del consiglio Giuseppe Conte insieme con il ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Sono stati invitati fra gli altri i presidenti di Coni e Cip, Malagò e Pancalli, e il numero uno della Federnuoto Barelli. Ci saranno anche i presidenti di diversi consorzi di gestori di impianti sportivi, chiusi o comunque fortemente ridimensionati dopo l’ultimo Dpcm. È prevista anche la presenza di Francesco Ghirelli, presidente di Lega Pro, e per gli enti di promozione di Damiano Lembo, presidente dell’Unione Sportiva Acli. Ghirelli, comunque, parteciperà in quanto rappresentante del Comitato 4.0, che in queste settimane ha coordinato le rivendicazioni anche delle Leghe di basket e pallavolo, e del progetto Fidal Runcard dell’atletica.

PRIMI AIUTI

—  

Tema dell’incontro, c’è da immaginare, un chiarimento generale sulle decisioni che hanno portato alle dolorose chiusure di questi giorni e i primi aiuti che probabilmente arriveranno già nel decreto legge “ristoro” che il Governo si appresta ad approvare oggi pomeriggio. La presenza di Ghirelli fa pensare che si parlerà anche del calcio di serie C. Non è prevista invece la presenza delle altre leghe calcistiche in particolare quella di Serie A, che aveva inviato al premier domenica sera una lettera evidenziando il “rischio collasso” e la necessità di aiuti al settore anche sotto forma di sospensione di versamenti fiscali. È probabile che voglia affrontare in un secondo momento la questione della situazione del professionismo dì vertice.

Precedente Shakhtar-Inter, probabili formazioni e dove vederla: Barella ispira Lukaku-Lautaro Successivo Colombo è l’ultimo esempio: così il calcio al tempo del Covid sta riscoprendo i vivai

Lascia un commento